Salta al contenuto principale

Cefalea tensiva

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

 Cefalea tensiva

A cura di

Dott. Stefano Messina

Responsabile Centro Cefalee - U.O. Neurologia e Stroke Unit - Auxologico San Luca

COS'È LA CEFALEA DI TIPO TENSIVO

La cefalea tensiva è un tipo di mal di testa non invalidante come l’emicraniaLa caratteristica principale è quella di un dolore diffuso, “un cerchio alla testa”, costante, non intensissimo e di durata variabile (da poche ore a giorni), senza altri particolari sintomi di accompagnamento. Spesso dura per tutta la giornata impedendo di svolgere le usuali attività quotidiane con la giusta energia e concentrazione.

A seconda della frequenza può essere classificata come:

  • episodica (2-3 attacchi al mese)
  • cronica (15 o più attacchi al mese)

QUALI SONO I SINTOMI?

La cefalea tensiva è spesso associata a:

  • stati continui di tensione psichica e fisica; 
  • posture scorrette;
  • anomalie della masticazione;
  • ansia;
  • depressione;
  • insonnia
  • alterazioni della colonna vertebrale.

In realtà, sono state avanzate delle ipotesi per spiegare l’origine della cefalea tensiva, ma non disponiamo ancora di certezze assolute. È verosimile che alla base del meccanismo della cefalea, oltre a una predisposizione genetica, vi siano un’iperattività dei “sensori” del dolore (i cosiddetti nocicettori) presenti nei muscoli, nei tendini, nelle fasce muscolari, e/o un anomalo funzionamento dei sistemi nervosi di controllo del dolore stesso, situati nel midollo spinale e nel cervello.

L’insieme di queste anomalie causa uno stato di ipersensibilità del soggetto al dolore (fenomeno chiamato allodinia) per cui stimoli normali vengono percepiti come dolorosi (“mi fa male la testa anche quando mi pettino i capelli”).

Anche per il medico può diventare complicato riuscire a soddisfare le aspettative del paziente. Questo succede perché, malgrado la cefalea di tipo tensivo sia molto diffusa nella popolazione generale, non conosciamo con precisione le cause e il meccanismo patogenetico alla base di essa e, di conseguenza, non disponiamo di farmaci che risolvano definitivamente il problema.

COME SI CURA LA CEFALEA TENSIVA 

Se la cefalea rimane episodica (2-3 attacchi al mese) possiamo prendere dei comuni analgesici (paracetamolo, aspirina etc). 

Se invece, sfortunatamente, la cefalea tensiva è cronica (15 o più attacchi al mese) è necessario ricorrere anche ad una terapia di profilassi (attuata prevalentemente con farmaci antidepressivi) allo scopo di ridurre la frequenza, la durata l’intensità della cefalea. Come integrazione delle convenzionali terapie farmacologiche, per alleviare la cefalea tensiva si consigliano:

Scopo di tutto ciò: rompere l’assedio del cerchio.


CENTRO CEFALEE DI AUXOLOGICO

Il Centro Cefalee di Auxologico si avvale di un'equipe di medici specialisti (neurologi, neurofisiologi, psicologi-psicoterapeuti) con competenze specifiche nell’ambito della cefalea.
Grazie a questa multidisciplinarietà e interdisciplinarietà è possibile avviare un percorso terapeutico specifico e personalizzato anche per il trattamento della cefalea tensiva.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI


Oltre 60 anni di
ricerca e cura
Oltre 60 anni di
ricerca e cura

Dal 1958 Auxologico opera nei settori della ricerca biomedica e dell'assistenza sanitaria di alta specializzazione per assicurare ai pazienti le cure più aggiornate ed efficaci.

20 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania
20 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania

Una rete integrata di strutture ospedaliere, ambulatoriali e di ricerca dedicata ai pazienti, dai più giovani agli anziani.

1.300.000
Persone/Anno
1.300.000
Persone/Anno

La fiducia dei pazienti si traduce ogni anno in 4 milioni di prestazioni ambulatoriali e in 178.000 giornate di ricovero erogate da oltre 1800 professionisti sanitari.

Salute
accessibile
Salute
accessibile

Garantiamo un servizio di elevata qualità clinica, per tutti, sia con il Servizio Sanitario Nazionale sia in regime privato con diverse soluzioni (Tariffa Smart, Convenzioni, Plus).