Salta al contenuto principale

Salmonellosi

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

  Salmonellosi

CHE COS'È LA SALMONELLOSI?

La salmonellosi è un’infezione gastrointestinale provocata dalla Salmonella enterica, una specie batterica che vive nell’intestino di uomini e animali, nel suolo e nelle falde acquifere. Appartengono a questa specie oltre 2000 batteri, tra cui Salmonella enteritidis e Salmonella typhimurium, i ceppi più diffusi nell’uomo e negli animali, responsabili della maggior parte delle salmonellosi che si sviluppano nei Paesi industrializzati. Altri ceppi, come la Salmonella typhi, sono invece rari in Europa, ma più frequenti nei Paesi in via di sviluppo.

QUALI SONO LE CAUSE DELLA SALMONELLOSI?

Si può contrarre la salmonellosi mangiando alimenti o bevendo liquidi contaminati dal batterio, oppure entrando in contatto con oggetti contaminati o animali infetti.

Gli alimenti che più facilmente possono essere contaminati sono:

  • carne, pollame e frutti di mare crudi;
  • latte e uova crudi non pastorizzati;
  • frutta e verdura irrigate con acqua contaminata.

La contaminazione degli alimenti può avvenire durante la produzione e la preparazione, o dopo la cottura, per una scorretta manipolazione o scarse norme igieniche.

QUALI SONO I SINTOMI DELLA SALMONELOSI?

La maggior parte delle persone con salmonellosi presenta i sintomi tipici di una gastroenterite:

  • diarrea;
  • nausea;
  • vomito;
  • febbre;
  • dolori e crampi a stomaco e intestino;
  • mal di testa.

In alcuni casi può essere presente anche sangue nelle feci. I sintomi generalmente si manifestano tra le 8 e le 72 ore dal contagio (periodo di incubazione) e durano tra i 4 e i 7 giorni. In alcuni casi i sintomi si possono protrarre per alcune settimane, mentre alcuni soggetti con infezione da Salmonella sviluppano forme asintomatiche.


LA SALMONELLOSI È PERICOLOSA?

La salmonellosi solitamente non è pericolosa, ma possono esserlo alcune sue complicanze, soprattutto nei soggetti fragili, quali anziani in cattive condizioni di salute, neonati e bambini sotto i
due anni, donne in gravidanza, immunodepressi.

La più frequente è la disidratazione, causata della prolungata perdita di liquidi conseguente a vomito e diarrea.

In altri casi si può verificare il passaggio dei batteri dalla mucosa intestinale al flusso sanguigno (batteriemia) e l’infezione può quindi trasmettersi ad altri organi e tessuti.
Inoltre, nelle persone predisposte, la salmonellosi può causare la sindrome di Reiter, o artrite reattiva, una malattia autoimmune che causa l’infiammazione delle articolazioni, delle congiuntive
e dell’uretra.

COME EVITARLA

LA SALMONELLOSI È CONTAGIOSA?

La salmonellosi è molto contagiosa. La trasmissione del batterio avviene per via oro-fecale e per sviluppare l’infezione può essere sufficiente entrare in contatto con superfici e utensili contaminati
o ingerire alimenti manipolati da persone infette che non abbiano messo in pratica le necessarie norme igieniche durante la preparazione dei cibi.



COME VIENE DIAGNOSTICATA LA SALMONELLOSI?

La salmonellosi può essere diagnosticata attraverso un esame delle feci con coltura batterica. La coprocoltura per Salmonella individua la presenza del batterio nel campione e identifica il ceppo di Salmonella responsabile dell’infezione.

In caso si sospetti la diffusione dell’infezione al di fuori dell’apparato digerente, può essere richiesto un esame del sangue.

COME SI CURA LA SALMONELLOSI?

La maggior parte delle persone guarisce dalla salmonellosi entro circa una settimana senza bisogno di farmaci specifici. Finché durano diarrea e vomito il medico generalmente consiglia di reintegrare la perdita di sali e liquidi bevendo molta acqua e assumendo integratori salini. I farmaci contro la diarrea non sono di norma consigliati, perché ostacolano l’eliminazione dei batteri dall’intestino.

Nei casi di infezione che si sia diffusa oltre l’intestino e nei soggetti più fragili il medico può prescrivere una terapia che prevede la somministrazione di antibiotici. Nei casi più gravi può essere necessario il ricovero in ospedale.


SERVIZIO DI GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA DIGESTIVA DI AUXOLOGICO

Il Servizio di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva di Auxologico offre un servizio completo per la prevenzione, la diagnosi e la cura degli organi dell'apparato digerente: esofago, stomaco, intestino tenue, colon e retto.

Il Servizio opera nelle sedi di Lombardia e Piemonte, dove è possibile effettuare la visita specialistica gastroenterologica e accedere agli esami diagnostici gastroenterologici.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI


Oltre 60 anni di
ricerca e cura
Oltre 60 anni di
ricerca e cura

Dal 1958 Auxologico opera nei settori della ricerca biomedica e dell'assistenza sanitaria di alta specializzazione per assicurare ai pazienti le cure più aggiornate ed efficaci.

18 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania
18 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania

Una rete integrata di strutture ospedaliere, ambulatoriali e di ricerca dedicata ai pazienti, dai più giovani agli anziani.

1.300.000
Persone/Anno
1.300.000
Persone/Anno

La fiducia dei pazienti si traduce ogni anno in 4 milioni di prestazioni ambulatoriali e in 178.000 giornate di ricovero erogate da oltre 1800 professionisti sanitari.

Salute
accessibile
Salute
accessibile

Garantiamo un servizio di elevata qualità clinica, per tutti, sia con il Servizio Sanitario Nazionale sia in regime privato con diverse soluzioni (Tariffa Smart, Convenzioni, Plus).