Studio e alimentazione: cosa mangiare prima degli esami

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

APPROFONDIMENTI

A cura di

Dott.ssa Raffaella Cancello

Staff U.O. Endocrinologia e Malattie del Metabolismo - Ariosto - Auxologico Ariosto

Se stai leggendo queste righe, probabilmente ti stai preparando a superare un esame difficile - magari una sessione impegnativa di esami universitari o la maturità - e ti stai chiedendo cosa sia meglio mangiare per agevolare il lavoro del cervello e tenerlo efficiente e in perfetta forma.

Insomma: cosa e come bisogna mangiare prima degli esami universitari?

Il settimanale Gente lo ha chiesto per te alla Dott.ssa Raffaella Cancello, medico nutrizionista di Auxologico.

ALIMENTAZIONE E STUDIO: QUALE RAPPORTO C’È?

L'alimentazione aiuta senz'altro a studiare e sostenere le prove scolastiche e universitarie, ma occorre optare per i cibi giusti. Consiglio pesce e frutta, ma anche le uova e tanta acqua.

Ci sono poi alcune buone abitudini che ti consentiranno prestazioni da 110 e lode.

GLI STUDENTI E IL CAFFÈ

Sfatiamo subito un mito. Quella tra studenti e caffè è un’alleanza antichissima: chi non ha mai passato la notte prima di un esame importante facendo avanti e indietro dalla caffettiera al libro?

Si tratta ovviamente di una pratica errata - non solo perché privarsi del sonno indebolisce la memoria e non consente ai ricordi di “cristallizzarsi”, ma anche perché un abuso di caffè altera il battito cardiaco e incrementa non tanto la capacità di concentrarsi quanto… lo stato ansioso.

Valuta piuttosto l'ipotesi di un pisolino: sembra paradossale, ma se fatto nel modo giusto aumenterà la tua capacità di apprendimento e concentrazione.

LEGGI ANCHE: BENEFICI DEL RIPOSO POMERIDIANO

IL TEMPISMO

Premesso che è bene mantenere una sana alimentazione per tutto l’anno e non solo in vista di prove impegnative, per apprezzare risultati sulle performance del proprio cervello bisogna cominciare a correggere la propria dieta almeno un mese prima degli esami.

LA COLAZIONE DELLO STUDENTE

Non rinunciare mai alla colazione: è uno dei pasti principali della giornata - forse proprio il più importante - perché fornisce al corpo le energie e gli elementi essenziali ad affrontare le prove più dure e aiuta a regolare la fame nelle 24 ore.

Se stai studiando per un esame importante ti suggerisco una fetta di pane integrale fresco con un cucchiaino di miele, oppure una porzione di frutta (circa 150 g): il cervello infatti ha bisogno di zuccheri per funzionare correttamente, ma di zuccheri “buoni” - che non scatenino cioè un brusco picco della glicemia. Bando quindi ai dolci industriali e agli zuccheri raffinati.

MANGIA BENE, MANGIA SPESSO

Cerca di alimentarti regolarmente. Se concentri il pasto in un paio di momenti soltanto, cioè pranzo e cena, rischi di arrivarci troppo affamato per l'impegno accumulato sui libri e di esagerare con le porzioni. Ciò andrebbe a compromettere la digestione, rallentando anche il lavoro del cervello.

Come di certo saprai, pasti principali sono tre:

  1. colazione;
  2. pranzo;
  3. cena.

Ma per fornire al corpo l’energia che richiede e non lasciare il cervello a corto di carburante ti consiglio di integrarli con un paio di spuntini: un frutto fresco oppure 15 - 20 g di semi oleosi (come lino, canapa, chia, girasole e zucca) magari con dello yogurt sgrassato. Il fosforo presente in questi prodotti contribuisce a rinvigorire i circuiti della memoria.

Anche il pesce è fondamentale nella dieta dello studente, non solo perché contiene fosforo, ma anche perché ricco di omega-3, indispensabili per la salute del cervello: raccomando in particolare il salmone e lo sgombro, che sono in special modo ricchi di questi preziosi acidi grassi.

Non bisogna poi farsi mancare le uova. Nel tuorlo è contenuta la colina, che rafforza la sfera cognitiva e soprattutto il distretto della memoria. Il consumo raccomandato è di un paio di uova, due volte alla settimana.

INNAFFIA IL CERVELLO

Infine, non bisogna dimenticare l'alleato per eccellenza del nostro cervello, l'acqua.

Bisogna tenerla sempre a portata di mano sulla scrivania. Bere spesso e a piccoli sorsi è un toccasana per corpo e mente, perché 'attenzione cala se il cervello è disidratato.

LEGGI ANCHE: LA CORRETTA IDRATAZIONE

IL SERVIZIO DI DIETOLOGIA E NUTRIZIONE CLINICA

Il Servizio di Dietologia e Nutrizione Clinica di Auxologico è presente a livello ambulatoriale sia in Lombardia sia in Piemonte e offre un’assistenza dietologica completa e specialistica per problemi di aumento di peso, diabete, ipertensione arteriosa, dislipidemia, osteoporosi, malnutrizione, insufficienza renale, apnee notturne, patologie gastrointestinali (colon irritabile, intolleranza a glutine e lattosio), malattie neurodegenerative (Parkinson e ritardi mentali), allergie e intolleranze alimentari, gravidanza fisiologica, educazione a uno stile di vita sano, stile di vita vegetariano, vegano.

L’approccio è sempre di tipo multidisciplinare con la presenza di figure quali nutrizionista, dietista, laureato in scienze motorie, ed è finalizzato all’impostazione di un corretto stile di vita attraverso la correzione della dieta e l’adozione di stili di vita sani.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI