Salta al contenuto principale

Tumore del rene

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

  Tumore del rene

CHE COS’È IL TUMORE DEL RENE?

Il tumore al rene è una neoplasia raramente benigna che si sviluppa nei tessuti renali. 

Negli adulti, i più comuni tipi di cancro ai reni sono il carcinoma renale a cellule chiare e i carcinomi papillari, che hanno origine entrambi nei tubuli renali, sottili condotti nei quali viene elaborata l’urina, che confluiscono nei dotti collettori, tubuli di diametro maggiore. Più raramente possono presentarsi il carcinoma renale cromofobo e il carcinoma dei dotti di Bellini, tumori che si sviluppano a partire dalle cellule del rivestimento dei dotti collettori, e il sarcoma, che origina dalla midollare renale (la parte centrale del rene). 

I bambini hanno maggiori probabilità di sviluppare un tipo di cancro ai reni chiamato nefroblastoma o tumore di Wilms, causato da mutazioni in alcuni geni dei nefroblasti, cellule che nell’embrione portano allo sviluppo dei reni.

A seconda della progressione della patologia, i tumori sono classificati in 4 stadi di evoluzione in base alle dimensioni della massa tumorale, alla localizzazione (se circoscritta al rene), al coinvolgimento dei tessuti adiacenti e alla presenza di metastasi in altri organi.

QUALI SONO I SINTOMI DEL TUMORE DEL RENE?

Il tumore del rene nella fase inziale può non dare segnali e spesso viene individuato in seguito a esami diagnostici svolti per altri motivi.

Nelle fasi avanzate del tumore possono presentarsi sintomi come:

  • presenza di sangue nelle urine (ematuria);
  • dolori persistenti alla schiena o al fianco;
  • presenza di una massa palpabile (nodulo o gonfiore);
  • perdita di appetito e di peso;
  • stanchezza e febbre;
  • pressione alta costante;
  • rigonfiamento delle vene dei testicoli;
  • sudorazioni notturne.

QUALI SONO LE CAUSE E I FATTORI DI RISCHIO DEL TUMORE DEL RENE?

Anche se non sono ancora chiare le cause del tumore al rene, vi è probabilmente una componente genetica, visto che la familiarità, ovvero i casi di tumori al rene in familiari stretti, è un fattore di rischio significativo.

Altre condizioni che aumentano la probabilità che la patologia si sviluppi sono:

  • l’età, in quanto la probabilità di sviluppare questa neoplasia cresce con l’avanzare degli anni;
  • il tabagismo, dal momento che i fumatori hanno un rischio maggiore di cancro ai reni rispetto ai non fumatori, e il numero di sigarette fumate al giorno e gli anni di esposizione sono direttamente proporzionali al rischio di contrarre questa malattia;
  • l’obesità, in particolare un indice di massa corporea (IBM) uguale o superiore a 30;
  • l’ipertensione arteriosa;
  • alcune malattie genetiche ereditarie, come la sindrome di von Hippel-Lindau o la sindrome di Birt-Hogg-Dubé;
  • la dialisi a lungo termine per insufficienza renale cronica.

IL CENTRO UROTECNOLOGIE DI AUXOLOGICO

COME SI EFFETTUA LA DIAGNOSI DEL TUMORE AL RENE?

In caso di sospetto, per la diagnosi del tumore del rene generalmente sono prescritti esami del sangue e delle urine e una serie di accertamenti (radiografie, ecografie, TAC e risonanza magnetica) per visualizzare lo stato del rene e accertare lo stadio della neoplasia.

In alcuni casi può essere necessaria una biopsia, cioè il prelievo attraverso un ago di un piccolo campione di cellule del rene, per verificare la natura delle cellule di un tessuto.

COME SI CURA IL TUMORE AL RENE?

Il trattamento del tumore del rene dipende dal tipo di neoplasia, da quanto è progredita e dalle condizioni generali del paziente.

In generale, la chirurgia è la terapia d’elezione. L’intervento, chiamato nefrectomia, può comportare la rimozione completa dell’organo (nefrectomia radicale) o l’asportazione di una parte di esso (nefrectomia parziale) e può essere eseguito con chirurgia tradizionale o con tecniche mini invasive, laparoscopiche o robot-assistite.

Quando il tumore è di piccole dimensioni e circoscritto al rene possono essere utilizzate procedure di tipo ablativo per distruggere le cellule tumorali, come la radiofrequenza e la crioablazione. Più raramente si fa ricorso alla radioterapia.

In casi specifici si possono impiegare terapie farmacologiche, come la terapia mirata a bersaglio molecolare o l’immunoterapia con anticorpi monoclonali, che, attraverso meccanismi diversi, aiutano a fermare la crescita del tumore e a impedire la diffusione di metastasi.

IL TUMORE DEL RENE SI PUO' PREVENIRE?

Non è possibile prevenire il tumore del rene. Tuttavia, per ridurre le probabilità di sviluppare la patologia si può intervenire sui fattori di rischio modificabili: è importante quindi non fumare, mantenere il peso forma e tenere sotto controllo la pressione arteriosa.

UROLOGIA IN AUXOLOGICO

L’attività clinica e chirurgica di Urologia e Andrologia di Auxologico ha l'obiettivo di offrire i migliori standard diagnostici e terapeutici delle malattie urologiche e andrologiche con la creazione di programmi dedicati alle singole e specifiche condizioni cliniche e patologie del paziente. 

L’attività ambulatoriale viene eseguita presso tutte le sedi di Auxologico, dove vi sono anche tutte le strumentazioni di Diagnostica per Immagini (radiologia tradizionale, Risonanza Magnetica, TC ed ecografie) necessarie per il giusto inquadramento diagnostico.
Inoltre, unico in Italia, è disponibile un Servizio di Urogenetica dedicato alla prevenzione del tumore alla prostata in soggetti che hanno familiarità per questa malattia.
Vengono infine eseguiti esami diagnostici innovativi, come la biopsia prostatica RM fusion e l'esame delle cellule tumorali circolanti nel sangue

Presso il Centro Urotecnologie viene inoltre praticata un'attività chirurgica con tecnologie e procedure avanzate e minimamente invasive che hanno vantaggi indiscutibili come il contenimento dell'invasività e del dolore, la riduzione dei tempi per la convalescenza, oltre a garantire risultati superiori alla chirurgia tradizionale. 
Gli interventi sono eseguiti presso l'Ospedale Capitanioin centro a Milano, con un'attenta presa in carico del paziente nella fase pre e post operatoria e programmi di riabilitazione dedicati. 

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Articolo realizzato in collaborazione con Clorofilla-Editoria Scientifica.


Oltre 60 anni di
ricerca e cura
Oltre 60 anni di
ricerca e cura

Dal 1958 Auxologico opera nei settori della ricerca biomedica e dell'assistenza sanitaria di alta specializzazione per assicurare ai pazienti le cure più aggiornate ed efficaci.

16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania
16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania

Una rete integrata di strutture ospedaliere, ambulatoriali e di ricerca dedicata ai pazienti, dai più giovani agli anziani.

1.300.000
Persone/Anno
1.300.000
Persone/Anno

La fiducia dei pazienti si traduce ogni anno in 4 milioni di prestazioni ambulatoriali e in 178.000 giornate di ricovero erogate da oltre 1800 professionisti sanitari.

Salute
accessibile
Salute
accessibile

Garantiamo un servizio di elevata qualità clinica, per tutti, sia con il Servizio Sanitario Nazionale sia in regime privato con diverse soluzioni (Tariffa Smart, Convenzioni, Plus).