Salta al contenuto principale

Colica renale

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

  Colica renale

CHE COS'È LA COLICA RENALE?

La colica renale è caratterizzata da un dolore intenso e acuto localizzato a livello lombare e causato dalla presenza di calcoli nel tratto urinario (calcolosi o litiasi renale).

I calcoli sono depositi solidi di minerali e sali, simili a sassolini, dalla composizione e dalle dimensioni variabili, che generalmente si formano nei reni. Spesso i calcoli vengono espulsi con l’urina senza causare sintomi, ma in alcuni casi, quando si spostano nel tratto urinario o si bloccano all’interno dell’uretere (il canale che collega il rene alla vescica) possono dare luogo a una colica renale.

QUALI SONO I SINTOMI DELLA COLICA RENALE?

La manifestazione caratteristica della colica renale è un dolore improvviso e acuto nella zona lombare, sul lato del corpo interessato dal calcolo. Il dolore può irradiarsi al basso ventre e all’inguine e ha un andamento pulsante, con fitte di intensità e di durata variabile.

In alcuni casi il dolore acuto può essere preceduto da uno stato di malessere generale accompagnato da un dolore sordo alla schiena.

Altri sintomi che si manifestano comunemente sono:

  • dolore o difficoltà a urinare;
  • sangue nelle urine;
  • urine maleodoranti;
  • nausea e vomito.

Se il calcolo ostruisce completamente l’uretere può verificarsi il ristagno di urina nel rene e svilupparsi di conseguenza un’infezione delle vie urinarie; in questo caso, ai sintomi già citati possono associarsi anche febbre alta, brividi e sudorazione fredda e abbondante.

QUALI SONO LE CAUSE DELLA COLICA RENALE?

La colica renale è generalmente causata dalla presenza di calcoli nell’apparato urinario (in particolare a livello dell’uretere).

Più raramente la colica renale può avere cause diverse, come la formazione di coaguli di sangue che possono svilupparsi in seguito a un sanguinamento del tratto urinario superiore.

QUALI SONO LE CATEGORIE PIU' A RISCHIO?

Il rischio di andare incontro a una colica renale aumenta se si ha una storia personale o familiare di calcoli renali oppure se si soffre di ricorrenti infezioni del tratto urinario o di malattie dell’apparato digerente che interferiscono con l’assorbimento del calcio e dell’acqua, come le malattie infiammatorie intestinali o la diarrea cronica.

Anche l’uso e l’abuso di alcuni farmaci (per esempio lassativi, antiacidi a base di calcio, analgesici o antidepressivi) può aumentare il rischio di formazione dei calcoli renali.

COME SI CURA LA COLICA RENALE?

I calcoli generalmente non causano danni permanenti se vengono diagnosticati in modo tempestivo. È importante, quindi, rivolgersi rapidamente a un medico per i necessari accertamenti, generalmente esame delle urine ed ecografia renale, in modo da escludere altre cause del dolore intenso e individuare l’eventuale presenza di calcoli e la loro composizione.

In alcuni casi possono essere necessari ulteriori accertamenti, come urinocoltura, radiografie o TAC.

Per tenere sotto controllo il dolore si utilizzano generalmente antidolorifici e antinfiammatori non steroidei (FANS).

Molto spesso la colica renale si risolve con l’espulsione dei calcoli con le urine. In presenza di calcoli renali di grandi dimensioni (che non possono essere espulsi spontaneamente) o che causano emorragie, danni ai reni o infezioni continue del tratto urinario, è possibile che il medico proceda alla loro rimozione (solitamente per via endoscopica) o frammentazione con diverse tecniche, come per esempio la litotrissia, che prevede l’utilizzo di onde d’urto che “rompono” il calcolo facilitandone l’espulsione con le urine.

È POSSIBILE PREVENIRE LA COLICA RENALE?

È possibile ridurre il rischio di una colica renale prevenendo la formazione di calcoli attraverso un’alimentazione appropriata, povera di sale e di proteine di origine animale, e con un apporto adeguato di liquidi durante la giornata.

L'UROLOGIA DI AUXOLOGICO

L’attività clinica di Urologia e Andrologia di Auxologico ha l'obiettivo di offrire i migliori standard per la diagnosi e la cura delle malattie urologiche e andrologiche, con la creazione di programmi dedicati alle singole e specifiche condizioni cliniche e patologie del paziente. 

L’attività ambulatoriale viene eseguita presso tutte le sedi di Auxologico, che dispongono di tutte le strumentazioni di Diagnostica per Immagini per il giusto inquadramento della patologia.

L'attività chirurgica si svolge invece presso la sede di Auxologico Capitanio.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI


Oltre 60 anni di
ricerca e cura
Oltre 60 anni di
ricerca e cura

Dal 1958 Auxologico opera nei settori della ricerca biomedica e dell'assistenza sanitaria di alta specializzazione per assicurare ai pazienti le cure più aggiornate ed efficaci.

16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania
16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania

Una rete integrata di strutture ospedaliere, ambulatoriali e di ricerca dedicata ai pazienti, dai più giovani agli anziani.

1.300.000
Persone/Anno
1.300.000
Persone/Anno

La fiducia dei pazienti si traduce ogni anno in 4 milioni di prestazioni ambulatoriali e in 178.000 giornate di ricovero erogate da oltre 1800 professionisti sanitari.

Salute
accessibile
Salute
accessibile

Garantiamo un servizio di elevata qualità clinica, per tutti, sia con il Servizio Sanitario Nazionale sia in regime privato con diverse soluzioni (Tariffa Smart, Convenzioni, Plus).