Salta al contenuto principale

Scarlattina

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

  Scarlattina

A curo dello staff di Peditria di Auxologico.

CHE COS’È LA SCARLATTINA?

La scarlattina è una malattia infettiva acuta di origine batterica (Streptococco beta-emolitico di gruppo A). Nelle forme di scarlattina lievi, con quadro sintomatologico attenuato, esantema modesto, febbre e altri sintomi assenti, si parla di “scarlattinetta” o quarta malattia.

QUALI SONO LE CAUSE E I SOGGETTI A RISCHIO?

La causa della scarlattina è un batterio chiamato Streptococco beta-emolitico di gruppo A. Lo Streptococco beta-emolitico di gruppo A non è solo l'agente infettivo della scarlattina, ma è all'origine di molti episodi d'infezione della gola e d'infezione della pelle.

Colpisce soprattutto i bambini di età compresa tra 3 e 12 anni, è rara nel lattante e nell’adulto.

COME SI MANIFESTA E CHE SINTOMI PROVOCA?

L’esordio della malattia è improvviso; dopo 2 -3 giorni dal contagio il paziente presenta febbre, dolori addominali, cefalea, tachicardia, dolore alla gola, tonsille ipertrofiche e lingua ricoperta di una patina biancastra (“lingua a fragola bianca”) con deglutizione dolorosa. Dopo 12 - 48 ore compare esantema di colore rosso scarlatto caratterizzato da puntini e chiazze rosse molto vicini tra loro che svaniscono al tatto, lasciando l’impronta della mano gialla.

L’esantema inizia dal collo, ascelle e zona inguinale, per poi espandersi a tutto il corpo.

Dopo alcuni giorni l’esantema scompare e lascia il posto a una desquamazione furfuracea (squame piccole, biancastre, farinose e poco aderenti) diffusa, la desquamazione è lamellare (grandi squame) alle mani e ai piedi.

A distanza di qualche giorno la patina biancastra sulla lingua diventa rossa con aspetto rugoso, la cosiddetta “lingua a lampone”.

COME SI TRASMETTE LA SCARLATTINA?

Nella scarlattina il contagio è diretto e avviene attraverso le goccioline respiratorie, ma si può trasmettere anche attraverso gli oggetti contaminati grazie alla capacità dello Streptococco beta-emolitico di gruppo A di sopravvivere nell’ambiente.

QUALI POSSONO ESSERE LE COMPLICANZE E LE CONSEGUENZE?

Le complicazioni della malattia tra cui meningite, setticemia, encefalite, endocardite, malattia reumatica e glomerulonefrite sono rare, grazie infatti a un’ampia disponibilità di antibiotici è possibile curare la malattia ed evitare le complicanze.

COME SI DIAGNOSTICA?

La diagnosi di scarlattina è clinica, nelle forme dubbie può essere di aiuto il tampone faringeo che sarà positivo per lo Streptococco beta-emolitico di gruppo A.

SCARLATTINA IN GRAVIDANZA

Ammalarsi di scarlattina in gravidanza non rappresenta un pericolo per il feto, tuttavia è utile contattare il proprio ginecologo per la terapia adeguata.

È POSSIBILE AMMALARSI PIÙ VOLTE DI SCARLATTINA?

Poiché esistono diversi ceppi di Streptococco beta-emolitico di gruppo A, ci si può ammalare di scarlattina più volte.

COME SI CURA LA SCARLATTINA? È EFFICACE L'ANTIBIOTICO?

La terapia prevede l’impiego di antibiotici per almeno 7-10 giorni; penicilline per via orale o macrolidi in caso il paziente sia allergico alle penicilline. La terapia antibiotica azzera già dopo 24-48 ore il grado di contagiosità.

COME SI PREVIENE?

È possibile prevenire la mattia grazie al lavaggio accurato delle mani, evitare la condivisione di utensili da cucina e cibo, coprire naso e bocca in caso di tosse e starnuti, provvedere alla pulizia di tutto ciò che un paziente con scarlattina può avere toccato.

ESISTE IL VACCINO?

Non sono disponibili vaccini.

IL SERVIZIO DI PEDIATRIA DI AUXOLOGICO

Il Servizio di Pediatria di Auxologico propone visite specialistiche per la diagnosi e la cura di tutte le malattie dell’età evolutiva (0 – 14 anni) tra le quali la scarlattina.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI


Oltre 60 anni di
ricerca e cura
Oltre 60 anni di
ricerca e cura

Dal 1958 Auxologico opera nei settori della ricerca biomedica e dell'assistenza sanitaria di alta specializzazione per assicurare ai pazienti le cure più aggiornate ed efficaci.

16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania
16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania

Una rete integrata di strutture ospedaliere, ambulatoriali e di ricerca dedicata ai pazienti, dai più giovani agli anziani.

1.300.000
Persone/Anno
1.300.000
Persone/Anno

La fiducia dei pazienti si traduce ogni anno in 4 milioni di prestazioni ambulatoriali e in 178.000 giornate di ricovero erogate da oltre 1800 professionisti sanitari.

Salute
accessibile
Salute
accessibile

Garantiamo un servizio di elevata qualità clinica, per tutti, sia con il Servizio Sanitario Nazionale sia in regime privato con diverse soluzioni (Tariffa Smart, Convenzioni, Plus).