Salta al contenuto principale

EEG - elettroencefalogramma

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

EEG - elettroencefalogramma

CHE COS'È L'ELETTROENCEFALOGRAMMA?

L’elettroencefalogramma (EEG), comunemente detto anche encefalogramma, è l’esame che permette di rilevare e monitorare l’attività elettrica del cervello. Durante il test, attraverso l’applicazione di elettrodi al cuoio capelluto, vengono registrati gli impulsi elettrici prodotti dalle cellule cerebrali, che vengono rappresentati da linee ondulate su una registrazione EEG.

Esistono diversi tipi di encefalogramma:

  • l’encefalogramma di base
  • l’elettroencefalogramma in privazione di sonno, che registra l’attività cerebrale durante il sonno (viene chiamato così perché in alcuni casi viene chiesto al paziente di rimanere sveglio la notte prima dell’esecuzione dell’EEG)
  • l’elettroencefalogramma dinamico (Holter) effettuato nel corso di 24 ore o più
  • il video-EEG, o telemetria video, un elettroencefalogramma dinamico di più giorni durante i quali il paziente viene anche filmato.

A COSA SERVE L'ELETTROENCEFALOGRAMMA E QUALI PATOLOGIE RILEVA?

L’elettroencefalogramma può essere utilizzato per diagnosticare e monitorare alcune anomalie nell’attività cerebrale causate da disturbi che colpiscono il cervello.
Un elettroencefalogramma anomalo, caratterizzato da un tracciato alterato, può essere dovuto a:

  • epilessia, sindrome neurologica che si manifesta con le caratteristiche crisi (convulsioni, alterazioni dello stato di coscienza, mal di testa con aura, movimenti involontari)
  • tumori al cervello
  • malattie dell’encefalo (encefalopatie)
  • infiammazioni del cervello, come l’encefalite
  • disturbi cerebrovascolari, come ictus e ischemia
  • lesioni e danni cerebrali da trauma cranico
  • disturbi del sonno
  • alterazioni metaboliche causate da intossicazioni da farmaci, sostanze stupefacenti o alcol.

L’EEG, insieme ad altri accertamenti come la TAC e la risonanza magnetica, può essere utilizzato anche per la diagnosi del morbo di Alzheimer e di altri disturbi cognitivi, come perdite di memoria e demenze.

L’elettroencefalogramma può essere prescritto dal neurologo come esame complementare anche in caso di autismo, depressione, ansia e attacchi di panico.

È inoltre richiesto per la pratica sportiva agonistica di alcuni sport, come la boxe.

L’elettroencefalogramma può essere indicato per valutare l’estensione del danno cerebrale nelle persone in coma o per confermarne la morte cerebrale. In quest’ultimo caso l’esito dell’esame è un encefalogramma piatto, che non rileva cioè alcun impulso elettrico.

L'ELETTROENCEFALOGRAMMA PRESENTA EVENTUALI CONTROINDICAZIONI O RISCHI?

L’elettroencefalogramma è considerato un esame sicuro e senza rischi e può essere effettuato anche in gravidanza, nei neonati e nei bambini.

Non vi sono generalmente effetti collaterali, salvo in rari casi, in cui può causare convulsioni in persone con sindromi epilettiche, dovute alla stimolazione visiva con luci lampeggianti o alla respirazione profonda (iperpnea) talvolta richieste durante il test.

Ѐ UN ESAME DOLOROSO?

L’elettroencefalogramma è un esame non invasivo e non provoca alcun fastidio.

QUALI SONO LE NORME DI PREPARAZIONE PER L'ESAME?

Non vi sono particolari norme di preparazione per l’elettroencefalogramma: non è necessario il digiuno né l’interruzione di eventuali terapie farmacologiche in corso. Come già accennato, in caso di elettroencefalogramma in privazione di sonno può essere richiesto di non dormire nella notte precedente al test. Per la corretta esecuzione dell’esame è bene avere capelli puliti e asciutti e non applicare lacche o gel.

COME SI ESEGUE L'ELETTROENCEFALOGRAMMA?

L’elettroencefalogramma si svolge generalmente in ambulatorio. Per eseguire l’esame, vengono applicati con l’aiuto di un gel alcuni elettrodi sul cuoio capelluto, tenuti fermi da una cuffia. Gli elettrodi sono collegati a uno strumento che amplifica le onde cerebrali e le registra su un computer. Durante l’elettroencefalogramma di base al paziente può essere richiesto di fissare una luce intermittente, di fare respiri profondi per alcuni minuti o di svolgere alcune attività. La durata dell’esame varia tra i 20 e i 40 minuti, ma può avere una durata maggiore (tra i 60 e i 180 minuti) se viene eseguito durante il sonno.
L’elettroencefalogramma dinamico dura invece generalmente 24 ore. In questo caso gli elettrodi vengono collegati a un dispositivo portatile per la registrazione dell’attività cerebrale.

LA NEUROLOGIA IN AUXOLOGICO

La neurologia è un ambito di eccellenza clinica e di ricerca in Auxologico, dove è presente anche l'attività di ricovero ospedaliero.

L’attività ambulatoriale viene svolta presso tutte le sedi di Auxologico di Lombardia e Piemonte, dove sono disponibili le strumentazioni di Diagnostica per Immagini e le valutazioni neuropsicologiche necessarie per il più corretto inquadramento diagnostico.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Articolo realizzato in collaborazione con Clorofilla-Editoria Scientifica.


Oltre 60 anni di
ricerca e cura
Oltre 60 anni di
ricerca e cura

Dal 1958 Auxologico opera nei settori della ricerca biomedica e dell'assistenza sanitaria di alta specializzazione per assicurare ai pazienti le cure più aggiornate ed efficaci.

16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania
16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania

Una rete integrata di strutture ospedaliere, ambulatoriali e di ricerca dedicata ai pazienti, dai più giovani agli anziani.

1.300.000
Persone/Anno
1.300.000
Persone/Anno

La fiducia dei pazienti si traduce ogni anno in 4 milioni di prestazioni ambulatoriali e in 178.000 giornate di ricovero erogate da oltre 1800 professionisti sanitari.

Salute
accessibile
Salute
accessibile

Garantiamo un servizio di elevata qualità clinica, per tutti, sia con il Servizio Sanitario Nazionale sia in regime privato con diverse soluzioni (Tariffa Smart, Convenzioni, Plus).