Salta al contenuto principale

Visita reumatologica

Pubblicato il 07/03/2017 - Aggiornato il 31/08/2022

Che cosa è la visita reumatologica?

La visita reumatologica viene effettuata dal medico specialista in reumatologia per diagnosticare e curare le patologie reumatiche, che sono generalmente caratterizzate dall’infiammazione di articolazioni, muscoli, ossa, legamenti o tendini.

Le malattie reumatiche talvolta possono richiedere diversi accertamenti per poter giungere a una diagnosi e controlli periodici per valutare l’efficacia del trattamento e l’eventuale insorgenza di nuovi sintomi.

Per quali patologie è indicata?

Il medico di medicina generale può consigliare al paziente di rivolgersi a uno specialista in reumatologia in presenza di sintomi che possano far sospettare una malattia reumatica. Ne sono state identificate più di 150: nella maggior parte dei casi provocano difficoltà di movimento dovute a dolore, rigidità, gonfiore e progressiva perdita di funzionalità delle articolazioni, ma possono colpire anche altre aree del corpo, come alcuni organi interni e i tessuti connettivi.

Le malattie reumatiche più diffuse sono l’artrosi, una patologia degenerativa che causa l’assottigliamento delle cartilagini articolari, e le diverse forme di artrite:

È opportuno rivolgersi al reumatologo anche per i cosiddetti reumatismi dei tessuti molli, ovvero infiammazioni a carico di tendini, legamenti, borse sinoviali e muscoli, che possono essere localizzate (come periartriti, tendiniti, sindromi dolorose miofasciali), o presentarsi in forma generalizzata. Un esempio è la sindrome fibromialgica, una patologia cronica che causa dolore diffuso, debolezza e rigidità muscolare.

La visita dal reumatologo è indicata anche per trattare la gotta, un reumatismo dismetabolico causato da un eccesso di acido urico nell’organismo, e le connettiviti, infiammazioni croniche perlopiù autoimmuni, come il lupus eritematoso sistemico e la sclerodermia.


Come si svolge la visita reumatologica? 

La visita reumatologica inizia generalmente con l’anamnesi, ossia la raccolta delle informazioni sul paziente: storia medica, stato di salute, sintomi, familiarità con le patologie reumatiche, stile di vita, terapie in corso, eventuali accertamenti svolti in precedenza.

Il reumatologo quindi procede con un esame fisico alla ricerca di segni e sintomi che possano fare luce sulla causa del problema, generalmente controllando tutte le articolazioni, dalle spalle alle dita dei piedi, nonché il cuore e i polmoni.
Il medico può richiedere ulteriori esami di laboratorio o strumentali, come radiografie, ecografie, risonanze magnetiche, TAC. 

Una volta effettuata la diagnosi, il reumatologo prescrive la terapia, che può comprendere l’assunzione di farmaci (per bocca o tramite infiltrazioni) o terapie fisiche.

Che tipo di preparazione è necessaria?

Non è necessaria alcuna preparazione in vista di una visita reumatologica. È necessario però portare con sé tutti gli esami di laboratorio effettuati in precedenza e i referti di eventuali accertamenti diagnostici. È bene anche stilare una lista dei farmaci che si stanno assumendo o che sono stati assunti in precedenza per il trattamento degli stessi sintomi.


La reumatologia in Auxologico

L’attività clinica di Allergologia, Immunologia, Reumatologia di Auxologico si svolge sia presso l'Ospedale San Luca di Milano sia presso le sedi ambulatoriali, ed è rivolta all’inquadramento diagnostico, alla gestione terapeutica e al monitoraggio dei pazienti affetti da malattie allergichemalattie autoimmuni e reumatiche sistemiche, malattie da deficit del sistema immunitario.

L'approccio avanzato e innovativo al paziente si giova delle tecniche diagnostiche più valide e delle terapie più sicure ed evolute, frutto della vasta attività di ricerca scientifica pluridecennale svolta nei laboratori di Auxologico. 

L’Unità ospedaliera del San Luca è inoltre presidio accreditato dal Centro Nazionale Malattie Rare per la prevenzione, diagnosi e cura di malattie rare di pertinenza immuno-reumatologica.

PRENOTA


Oltre 60 anni di
ricerca e cura
Oltre 60 anni di
ricerca e cura

Dal 1958 Auxologico opera nei settori della ricerca biomedica e dell'assistenza sanitaria di alta specializzazione per assicurare ai pazienti le cure più aggiornate ed efficaci.

18 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania
18 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania

Una rete integrata di strutture ospedaliere, ambulatoriali e di ricerca dedicata ai pazienti, dai più giovani agli anziani.

1.300.000
Persone/Anno
1.300.000
Persone/Anno

La fiducia dei pazienti si traduce ogni anno in 4 milioni di prestazioni ambulatoriali e in 178.000 giornate di ricovero erogate da oltre 1800 professionisti sanitari.

Salute
accessibile
Salute
accessibile

Garantiamo un servizio di elevata qualità clinica, per tutti, sia con il Servizio Sanitario Nazionale sia in regime privato con diverse soluzioni (Tariffa Smart, Convenzioni, Plus).