Artrite psorisiaca

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

  Artrite psorisiaca

Testo a cura de Il Pensiero Scientifico Editore

COS’È L'ARTRITE PSORISIACA?

L’artrite psorisiaca è una malattia infiammatoria cronica a carico delle articolazioni che, come suggerisce il nome stesso, è associata a un’altra malattia: la psoriasi (una malattia della pelle che porta alla comparsa di escoriazioni cutanee simili a placche bianco-rossastre, generalmente su gomiti, ginocchia, caviglie, mani, unghie, piedi e cuoio capelluto).

Può coinvolgere qualunque articolazione dell’organismo e si manifesta tipicamente con dolore, gonfiore e rigidità articolari.

Compare in genere tra i 30 e i 50 anni, preferenzialmente in soggetti che hanno già manifestato i sintomi della psoriasi.

QUALI SONO LE CAUSE?

Non si conosce ancora una causa esatta dell’artrite psorisiaca, ma si pensa che sia una malattia legata all’attivazione incontrollata del sistema immunitario (nelle patologie autoimmuni l’organismo produce anticorpi diretti contro le cellule dello stesso organismo che via via vengono distrutte) che comporta l’infiammazione articolare e le lesioni cutanee.

È possibile che l’autoimmunità sia legata a fattori genetici o ambientali (per esempio alcune infezioni).

QUALI SONO I SINTOMI?

Oltre alle lesioni cutanee causate dalla psoriasi, i sintomi tipici dell’artrite psorisiaca sono dolore, gonfiore e rigidità alle articolazioni, soprattutto quelle delle dita della mano e della colonna vertebrale.

I sintomi possono avere intensità e durata variabili, possono essere presenti simmetricamente (da entrambi i lati del corpo) oppure in maniera asimmetrica. I sintomi tipici sono:

  • rossore e gonfiore delle dita delle mani, dei piedi (dattilite) e di grosse articolazioni come ginocchia e caviglie;
  • dolore e infiammazione dei tendini e dei legamenti dell’articolazione interessata (entesite); le regioni maggiormente coinvolte sono il tallone (in cui il tendine dolente è il tendine d’Achille) o la pianta del piede (in cui si manifesta la fascite plantare);
  • dolore e infiammazione delle vertebre (spondilite) e dell’articolazione sacro-iliaca (sacro-ileite).

Talvolta l’artrite psorisiaca può coinvolgere altri organi, come il cuore, gli occhi, i polmoni e i reni.

COME SI EFFETTUA LA DIAGNOSI?

La diagnosi si effettua innanzitutto mediante un attento colloquio tra il paziente e il medico sulla base dei sintomi riferiti, della storia clinica del paziente e della familiarità per psoriasi.

Successivamente si richiedono indagini di laboratorio che possono essere utili per escludere la presenza di malattie che possono manifestarsi in maniera simile, come l’artrite reumatoide e la gotta.

Gli esami di laboratorio permettono di valutare la presenza di uno stato infiammatorio; generalmente si procede con il dosaggio della proteina C reattiva (PCR), che però aumenta nel corso di vari tipi di infiammazione e, quindi, è un indice poco specifico.

Si procede poi con le indagini radiologiche per valutare lo stato delle articolazioni coinvolte: a discrezione del medico si possono effettuare una radiografia (per valutare lo stato delle ossa, soprattutto nelle fasi più avanzate), un’ecografia (con la quale si possono valutare le articolazioni, i tendini e le borse tendinee) o una risonanza magnetica nucleare (che è l’esame più completo per lo studio delle ossa e dei tessuti molli).

QUAL È LA TERAPIA INDICATA PER L’ARTRITE PSORISIACA?

La terapia consiste in farmaci anti-infiammatori farmaci anti-reumatici (sintetici o biologici), assunti per lungo tempo che possano migliorare l’infiammazione e i sintomi conseguenti.

La scelta dei farmaci e la durata della terapia variano in funzione del tipo di artrite psorisiaca e del suo stato di avanzamento.

LA CURA DELL'ARTRITE PSORISIACA IN AUXOLOGICO

L'artrite psorisiaca viene trattata, dal punto di vista clinico, dalla U.O. di Immunologia, Allergologia e Reumatologia di Auxologico San Luca e dal Centro di Reumatologia di Auxologico a Villa Caramora.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI