Salta al contenuto principale

L'intelligenza artificiale applicata alla cura delle malattie cardiovascolari

Pubblicato il 29/03/2021 - Aggiornato il 11/05/2021

Dott. Martino Pengo

Staff U.O. Cardiologia - Auxologico San Luca

Prof. Gianfranco Parati

Direttore Direzione Scientifica - Centro di Ricerche

Direttore U.O. Cardiologia - Auxologico San Luca

Direttore U.O. Unita di Terapia Intensiva Coronarica (UTIC) - Auxologico San Luca

Direttore U.O. Laboratorio di Cateterismo - Auxologico San Luca

È stato firmato un importante accordo tra Istituto Auxologico e il Centro Alma Human AI dell'Università di Bologna. Abbiamo chiesto di parlarcene al Dott. Martino Pengo, medico del Centro Ipertensione di Auxologico San Luca, specialista in medicina interna e ricercatore, che parteciperà al progetto.

COME È NATA L'IDEA DI QUESTO PROGETTO?

L'idea nasce dalla necessità di applicare l'intelligenza artificiale alla diagnosi e cura delle patologie cardiovascolari. Attualmente in Auxologico produciamo un'enorme mole di dati clinici, strumentali e laboratoristici.

Un tempo questi dati non venivano analizzati ed elaborati in maniera sistematica. Ora invece, grazie all'utilizzo di tecniche di intelligenza artificiale, l'analisi dei cosiddetti "big data" è utile non solo per una migliore definizione del profilo di rischio del paziente ma anche per l'identificazione del trattamento più appropriato.

COME NASCE LA COLLABORAZIONE CON CENTRO ALMA HUMAN AI DELL'UNIVERSITÀ DI BOLOGNA? DI CHE COSA SI OCCUPANO?

Il progetto nasce da una collaborazione con il Prof. Alessandro Ricci, la Dott.ssa Sara Montagna e il Dott. Angelo Croatti del Dipartimento di Informatica: Scienza e Ingegneria dell’Università di Bologna, afferenti al centro Alma Mater Research Institute for Human-Centered Artificial Intelligence, uno dei più grandi centri italiani di ricerca sull'intelligenza artificiale.

Il Centro consta di 27 dipartimenti e vede coinvolti più di 300 ricercatori, che hanno prodotto 180 progetti e contratti negli ultimi sei anni, per un finanziamento di 49 milioni di euro. I ricercatori si occupano di sviluppare sistemi di intelligenza artificiale e applicarli a diversi ambiti delle scienze: una di queste è la medicina.

I principali campi di applicazione comprendono lo sviluppo di modelli IA per la medicina predittiva, personalizzata, preventiva e partecipativa (P4), per l’invecchiamento in buona salute, per l’identificazione di biomarcatori e per la diagnosi precoce e la predizione di terapie e trattamenti personalizzati.

COME SI SVOLGERÀ IL PROGETTO? QUANTO DURERÀ?

L'accordo quadro non ha una sua durata, definisce una collaborazione a tempo indefinito.

QUALI SONO I PROGETTI IN CUI È E SARÀ COINVOLTO AUXOLOGICO?

I progetti in cui è attualmente coinvolto Auxologico insieme al Centro Alma Human AI riguardano lo sviluppo e la prototipizzazione di un sistema IoT (Internet of Things) per la valutazione dell'aderenza alla terapia con dispositivi a pressione positiva, in pazienti affetti da sindrome delle apnee notturne nel sonno.

Un altro filone di ricerca riguarda l’analisi di big data con algoritmi di Machine Learning per definire i predittori dello sviluppo di ipertensione arteriosa e sviluppare sistemi di supporto al lavoro del medico.

QUALI DATI VERRANNO ANALIZZATI? SU QUALI TIPI DI MALATTIE LAVORERETE?

Lavoreremo principalmente sulle patologie cardiovascolari e soprattutto sulla prevenzione.

Da un lato verranno analizzati in maniera anonima i dati clinici dei pazienti afferenti ai nostri servizi, dall'altro questa collaborazione apre all'analisi dei dati della diagnostica per immagini, che è uno dei settori che ha tratto più benefici dall'intelligenza artificiale.  

COME PENSATE CHE L'INTELLIGENZA ARTIFICIALE POSSA ESSERE D'AIUTO? CHE RISULTATI VI ASPETTATE?

L'applicazione dell'intelligenza artificiale ha già iniziato a trasformare le nostre vite attraverso applicazioni come il riconoscimento vocale o lo sviluppo delle auto a guida autonoma. Ci aspettiamo che lo stesso risultato si verifichi in ambito medico dove alcuni studi hanno già dimostrato che la capacità decisionale dell'intelligenza artificiale è equivalente o superiore a quella umana.

Auxologico desidera potenziare di più l'assistenza ai pazienti utilizzando metodi sempre più innovativi, efficaci e sicuri.

CARDIOLOGIA IN AUXOLOGICO

L’attività di Cardiologia e di Riabilitazione Cardiologica di Auxologico offre una risposta completa e di elevata qualità per tutti i problemi del cuore:

RICERCA E CURA

L'esperienza pluridecennale, la direzione universitaria dei reparti, la multidisciplinarietà dell'approccio, e l'utilizzo delle migliori tecnologie per il trattamento e il monitoraggio dei pazienti, si coniugano con l'attività di ricerca scientifica portata avanti dai clinici e ricercatori di Auxologico per garantire l’applicazione delle strategie diagnostiche e terapeutiche più efficaci e per esplorare nuove soluzioni messe a disposizione dal progresso tecnologico.

VAI ALLA CARDIOLOGIA


Oltre 60 anni di
ricerca e cura
Oltre 60 anni di
ricerca e cura

Dal 1958 Auxologico opera nei settori della ricerca biomedica e dell'assistenza sanitaria di alta specializzazione per assicurare ai pazienti le cure più aggiornate ed efficaci.

16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania
16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania

Una rete integrata di strutture ospedaliere, ambulatoriali e di ricerca dedicata ai pazienti, dai più giovani agli anziani.

1.300.000
Persone/Anno
1.300.000
Persone/Anno

La fiducia dei pazienti si traduce ogni anno in 4 milioni di prestazioni ambulatoriali e in 178.000 giornate di ricovero erogate da oltre 1800 professionisti sanitari.

Salute
accessibile
Salute
accessibile

Garantiamo un servizio di elevata qualità clinica, per tutti, sia con il Servizio Sanitario Nazionale sia in regime privato con diverse soluzioni (Tariffa Smart, Convenzioni, Plus).