Prof. Massimo Scacchi


Direttore U.O. Endocrinologia e Malattie del Metabolismo - Auxologico Piancavallo

1990 - oggi
Ha cominciato la sua carriera ospedaliera presso Istituto Auxologico Italiano come dirigente medico di I livello dell’Unità Operativa di Endocrinologia e Malattie Metaboliche dell’Ospedale San Giuseppe di Piancavallo (VB), e dal 1991 al 2013, dell’Unità Operativa di Endocrinologia e Malattie Metaboliche dell’Ospedale San Luca di Milano.

Dal 2013 è responsabile dell’Unità Operativa di Medicina Generale a indirizzo Endocrino-Metabolico dell’Ospedale San Giuseppe di Piancavallo (VB).

Dal 2001 è inoltre ricercatore di Endocrinologia presso l’Università degli Studi di Milano.
 

1986
Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano;

1990
Specializzazione in Endocrinologia presso l’Università degli Studi di Pavia.
 

2001-2002
Ha svolto attività didattica nell’ambito del corso di Semeiotica e Patologia degli Apparati 2 del corso di laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano, presso varie scuole di specializzazione dell’Università degli Studi di Milano e delle Università di Brescia e dell’Insubria.

2001-2009
È stato titolare dell’insegnamento di Endocrinologia nell’ambito del corso di Semeiotica e Sistematica 2 del corso di laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca.
Ha svolto inoltre l’insegnamento di Endocrinologia nell’ambito del corso di Infermieristica nell’Assistenza Specialistica del corso di laurea triennale in Infermieristica dell’Università degli Studi di Milano (sezioni Don Gnocchi e San Paolo). È stato inoltre segretario della Scuola di Specializzazione in Endocrinologia e Malattie Metaboliche, del cui collegio dei docenti è attualmente membro.
Fa parte del collegio dei docenti della Scuola di Dottorato in Medicina Clinica e Sperimentale.

Patologie delle ghiandole endocrine (ipofisi, tiroide, paratiroidi, surreni, gonadi) e del metabolismo (obesità, diabete).

L’attività scientifica si è articolata in cinque linee di ricerca:

  • Conseguenze cliniche del deficit e dell’eccesso di ormone della crescita. Sono stati eseguiti studi mirati a delineare aspetti specifici del deficit di GH dell’adulto (difficoltà diagnostiche legate alla concomitante obesità, anomalie cardiologiche morfo-funzionali, aumentato potenziale lipoperossidativo del plasma) e il ruolo favorevole svolto dalla sostituzione terapeutica con GH biosintetico. Sempre sul versante cardiologico, è stato descritto per la prima volta un prolungamento patologico dell’intervallo QT in una significativa proporzione di pazienti acromegalici, correggibile dalla terapia con analoghi della somatostatina. Sono stati inoltre pubblicati dati sull’attività del sistema nervoso simpatico nell’acromegalia;
  •  fisiopatologia dell’asse GH - IGF-I in condizioni di carenza ed eccesso nutrizionale. Sono state acquisite conoscenze sulla secrezione di GH nell’anoressia nervosa (profilo secretorio spontaneo, risposta alla somministrazione acuta di glucocorticoidi, sopprimibilità da parte dell’IGF-I esogeno) e nell’obesità (mancata risposta agli stimoli, effetti della somministrazione di GH biosintetico in associazione alla dietoterapia): tali esperienze hanno fruttato inviti alla stesura di reviews sugli argomenti in questione da parte di riviste prestigiose;
  • complicanze endocrine della talassemia. Sono stati condotti studi sia in età pediatrica che in età adulta, con particolari acquisizioni in merito agli assi ipofisi-gonadi (induzione dell’ovulazione in donne talassemiche ipogonadiche), GH – IGF-I (trattamento con GH biosintetico di bambini talassemici con deficit somatotropinico, valutazione della prevalenza del deficit di GH nel talassemico adulto e ruolo di tale deficit nella patogenesi delle complicanze ossee) e ipofisi-surrene (prevalenza dell’insufficienza corticosurrenalica subclinica in età adulta). In tale ambito di ricerca, il Dott. Scacchi ha partecipato al progetto di Ricerca Finalizzata 2009 dal titolo “Endocrine evaluation of adult patients with beta-thalassemia with particular focus on GH secretion. Effects of rhGH treatment in thalassemic patients with GH deficiency”, finanziato dal Ministero della Salute;
  • aspetti clinico-diagnostici dell’ipercortisolismo. Sul versante clinico, sono stati raccolti dati sulle alterazioni del profilo pressorio in pazienti affetti da malattia di Cushing e sulla persistenza del deficit somatotropinico dopo guarigione chirurgica della malattia di Cushing stessa. Sul versante della diagnostica della sindrome di Cushing, sono stati condotti studi sulla specificità dei test di prima linea e sul significato dei test con desmopressina e con CRH preceduto da desametasone;
  • aspetti fisiopatologici, clinici e neurocognitivi dell’obesità. Sono stati raccolti dati su funzione tiroidea, metabolismo della vitamina D e alterazioni dell’integrazione multisensoriale nella grave obesità.

Il Dott. Scacchi fa parte dell’albo dei revisori per la valutazione dei programmi e prodotti di ricerca ministeriale e svolge attività di reviewer per le riviste Endocrine, Scientific Reports, Clinical Endocrinology, Journal of Endocrinological Investigation, Nutrition Metabolism and Cardiovascular Diseases, European Journal of Internal Medicine e Hormone and Metabolic Research.
Dal 2007 al 2011 ha inoltre fatto parte del Comitato di Coordinamento Regionale Lombardo della Società Italiana di Endocrinologia, ricoprendone la carica di presidente dal 2009 al 2011.