Salta al contenuto principale

Angio OCT

Pubblicato il 09/05/2017 - Aggiornato il 08/06/2020

Testo a cura de Il Pensiero Scientifico Editore

COS’È L'ANGIO-OCT?

L’angio-OCT è una nuova metodica di angiografia utilizzata per visualizzare i vasi sanguigni della retina. Si tratta di una tecnica di imaging che non prevede l’iniezione del mezzo di contrasto ma utilizza come tale lo stesso flusso di sangue all’interno degli occhi.

È possibile, così, ottenere una scansione tridimensionale precisa dei tre strati che costituiscono la retina: quello più superficiale (all’interno del quale passano le fibre nervose del nervo ottico), quello profondo e quello corio-capillare (dove decorrono i vasi).

L’esame è veloce, non invasivo e non richiede alcuna preparazione da parte del paziente. Dal momento che non si effettua l’iniezione di mezzo di contrasto, vi si possono sottoporre anche le donne in gravidanza e i soggetti con malattie croniche cardiache, polmonari, epatiche o renali.

È un esame molto utile per seguire lo sviluppo di una patologia retinica e per individuare le eventuali lesioni a carico dei vasi artero-venosi che irrorano questa regione.

È possibile osservare alcune problematiche come i microaneurismi (piccole dilatazioni dei vasi) in soggetti con la retinopatia diabetica (una delle complicanze del diabete, che causa piccole lesioni dei vasi oculari), le aree di ischemia (cioè le zone in cui per un ristretto lasso di tempo non è arrivato il flusso sanguigno), le aree di edema (accumulo di liquidi), le tortuosità e le ostruzioni dei vasi e le degenerazioni maculari (alterazioni progressive della parte centrale della retina, detta “macula”) legate all’età o alla miopia.

COME SI ESEGUE?

Lo svolgimento dell’esame è molto semplice: il paziente guarda all’interno dell’obiettivo di una telecamera che in pochi minuti esegue le riprese. L’unica attenzione che deve avere il paziente è quella di non effettuare movimenti dell’occhio durante l’esame per evitare che questo dia risultati alterati a causa di errori nella scansione e nella creazione delle immagini.

Non ci sono rischi o controindicazioni.

OCULISTICA IN AUXOLOGICO

L’angio-OCT viene eseguita in Auxologico Capitanio e in Auxologico Procaccini.

L'attività clinica di Oculistica e Chirurgia Oculistica di Auxologico copre in modo completo tutte le esigenze legate alla salute e al buon funzionamento dell’occhio.

Presso tutte le sedi di Auxologico possono essere effettuate le visite oculistiche e gli esami diagnostici oftalmologici, che vengono eseguiti con strumentazioni moderne e ad alta precisione.

Numerosi sono i centri specialistici per la cura di patologie specifiche: dal Centro Glaucoma al Centro Oculistica Pediatrica, dalla Neuroftalmologia e l'Elettrofiologia Ouclare all’ipovisione.

Presso la sede dell'Ospedale Capitanio si svolge l’attività chirurgica, che riguarda tutte le patologie dell'occhio (cataratta, retina, glaucoma, cornea).

Le visite, gli esami e gli interventi possono essere effettuati con il SSN, privatamente e in convenzione con fondi e assicurazioni.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI


Oltre 60 anni di
ricerca e cura
Oltre 60 anni di
ricerca e cura

Dal 1958 Auxologico opera nei settori della ricerca biomedica e dell'assistenza sanitaria di alta specializzazione per assicurare ai pazienti le cure più aggiornate ed efficaci.

17 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania
17 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania

Una rete integrata di strutture ospedaliere, ambulatoriali e di ricerca dedicata ai pazienti, dai più giovani agli anziani.

1.300.000
Persone/Anno
1.300.000
Persone/Anno

La fiducia dei pazienti si traduce ogni anno in 4 milioni di prestazioni ambulatoriali e in 178.000 giornate di ricovero erogate da oltre 1800 professionisti sanitari.

Salute
accessibile
Salute
accessibile

Garantiamo un servizio di elevata qualità clinica, per tutti, sia con il Servizio Sanitario Nazionale sia in regime privato con diverse soluzioni (Tariffa Smart, Convenzioni, Plus).