Salta al contenuto principale

Rischi Cardiovascolari negli Anziani, i risultati di un nuovo studio

Pubblicato il 23/04/2024 - Aggiornato il 14/05/2024

Un parametro per valutare la fragilità cardiovascolare delle persone anziane: è il SEVR (Sub Endocardial Viability Ratio). Il Dipartimento di Cardiologia di Auxologico San Luca ha collaborato allo studio pubblicato dal "Journal of the American Geriatrics Society".

Lo squilibrio tra la domanda e l'offerta di ossigeno a livello miocardico (il tessuto muscolare che costituisce il cuore) è la causa più comune di danno miocardico ischemico negli anziani. Il rapporto di vitalità subendocardica (Sub Endocardial Viability Ratio, in sigla SEVR) può stimare utilmente il grado di perfusione miocardica rispetto al carico di lavoro del ventricolo sinistro.

Uno studio pubblicato dal “Journal of the American Geriatrics Society” a cui ha preso parte anche il Dipartimento di Cardiologia di Auxologico San Luca di Milano ha valutato la capacità del SEVR di predire la mortalità a lungo termine nella popolazione anziana. Inoltre, si è cercato di identificare il valore soglia del SEVR che meglio predice la mortalità totale.

Si tratta di uno studio multicentrico e longitudinale che ha coinvolto un'ampia popolazione di individui di età superiore agli 80 anni che vivono in case di riposo. I pazienti con cancro, demenza grave e un livello di autonomia molto basso sono stati esclusi dallo studio. I partecipanti sono stati monitorati per 10 anni. Gli esiti avversi sono stati registrati ogni 3 mesi dall'inclusione alla fine dello studio.

Il SEVR, che come ricordato riflette l'equilibrio tra domanda e offerta di ossigeno a livello subendocardico, è stato stimato in modo non invasivo analizzando la forma d'onda della pressione carotidea registrata mediante tonometria arteriosa ad applanazione.

Sono state arruolate 828 persone (età media: 87,7 di cui il 78% donne). 735 pazienti sono deceduti entro 10 anni e 24 sono stati persi ai controlli clinici successivi. Sulla base dei risultati di questo studio il SEVR può essere considerato un marcatore di "fragilità cardiovascolare".

Un'accurata stima non invasiva del SEVR potrebbe essere un parametro utile e indipendente per valutare la probabilità di sopravvivenza negli adulti molto anziani.


La Cardiologia in Auxologico

L’attività clinica e di ricerca di Cardiologia e di Riabilitazione Cardiologica di Auxologico è una particolare eccellenza riconosciuta e offre una risposta completa e di elevata qualità per tutti i problemi del cuore, con visite specialistiche, esami strumentali avanzati (ecografie cardiache e vascolari, risonanze magnetiche, TAC, test da sforzo e altri) e check up dedicati presso tutte le sedi ambulatoriali di Auxologico.

Cardiologia e Riabilitazione Cardiologica