Laboratorio Sperimentale di Ricerche di Neuroscienze

Laboratori di ricerca Auxologico
Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

Laboratorio Sperimentale di Ricerche di Neuroscienze

    ATTIVITÀ DI RICERCA

    Il Laboratorio studia le basi genetico-molecolari delle forme familiari e sporadiche di Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) e Demenza Frontotemporale (FTD) utilizzando  tecnologie di sequenziamento di nuova generazione (NGS) per l’analisi dell’esoma e del Whole genome al fine di identificare nuovi geni causativi, nonché piattaforme di SNP genotyping per l’identificazione di fattori di rischio genetici.

    Utilizzando diversi modelli cellulari di malattia (linee neurali transfettate, fibroblasti ottenuti da pazienti, cellule riprogrammate iPSC e indotte a differenziare in neuroni/motoneuroni), il Laboratorio studia le basi patogenetiche di SLA associate ai geni TARDBP, FUS e C9orf72 che inducono alterazione a livello del metabolismo degli RNA e risultano patogenetici nella SLA e FTD.

    Su materiale biologico derivato da paziente (siero e liquor) il Laboratorio studia potenziali biomarcatori di malattia (biochimici, miRNA, esosomi).

    MALATTIE OGGETTO DI RICERCA

    • Malattie del Motoneurone;
    • Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA);
    • Demenza frontotemporale (FTD);
    • Malattia di Parkinson e Parkinsonismi;
    • Malattia di Huntington.

    RISULTATI DI PARTICOLARE IMPORTANZA RAGGIUNTI

    Il Laboratorio di Neuroscienze ha negli ultimi anni largamente contribuito alla definizione delle basi patogenetiche e alla scoperta di nuovi geni responsabili della SLA e della FTD.

    In particolare, ha concluso il più vasto studio di GWA (2014) isolando nelle forme sporadiche di SLA/FTD geni candidati che sono stati successivamente convalidati in successivi GWA. Utilizzando tecnologie di NGS, il Laboratorio ha contribuito a identificare 7 nuovi geni responsabili della SLA/FTD nelle forme familiari.

    Conta su una vasta Biobanca di DNA, sieri, liquor e fibroblasti cutanei utili a derivare cellule staminali diversificate in diversi sottotipi neuronali utili per testare molecole di rilevanza cinica. Recentemente il Laboratorio a contribuito a definire i primi biomarcatori liquorali e sierici nella SLA/FTD, affinando le strategie diagnostiche e terapeutiche, fornendo agli studi clinici parametri di riferimento per meglio valutare l’ efficacia di nuove molecole di interesse terapeutico.

    Il Laboratorio è riconosciuto internazionalemente, ha ampiamente pubblicato su riviste di elevato impatto scientifico come Nature, Science, Nature Genetics, Lancet, etc. e attivamente collabora sia in Europa che in Nord-America anche con scambio di ricercatori. Personale formatosi presso il Laboratorio di Neuroscienze è stato assunto presso prestigiose istituzioni sia in Europa che Nord-America. 

    PRINCIPALI COLLABORAZIONI E NETWORK DI RICERCA

    Il Laboratorio ha fondato il Consorzio italiano SLAGEN per lo studio delle basi genetiche della SLA e fa parte del Network Italia-Germania  FTLD.

    Collabora attivamente con il Prof. John Landers (University of Massachusets, Boston), il Prof. Leonard Petrucelli (Mayo Clinics, Florida), Prof Baralle/Dr Buratti (ICGEB, Trieste) e Prof. Ludolph/Otto dell’ Università di ULM.

    Fa parte dell’ ENCALS (The European Network  for the Cure of ALS), NEALS (Northeast Amyotrophic LAteral Sclerosis Consortium (unico Centro in Europa) ed EURO-NMD (European Network of Reference Centres of Rare Neuromuscular Diseases).