Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookies.
Accetto
  • CALDO MA NON TROPPO. BUONE PRATICHE PER LA TERZA ETA
    Come tutelare la qualità della vita durante l’estate e gestire le urgenze legate ai pericoli del caldo?
    Approfondisci
  • 8° RAPPORTO OBESITA
    Obesità e sonno: dalla patogenesi alla terapia
    Approfondisci
  • UN NUOVO GENE ENTRA NEL PUZZLE DELLA SLA
    IL 34ESIMO GENE ASSOCIATO ALLA SLA
    Approfondisci


DSA: indicatori, diagnosi e certificazione



Cosa sono i DSA
DSA sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente e che si manifestano, in modo anche lieve, con l'inizio della scolarizzazione.

In base al tipo di difficoltà specifica che comportano, i DSA si dividono in: 

Dislessia: disturbo specifico della lettura che si manifesta con una difficoltà nella decodifica del testo.

Disortografia: disturbo specifico della scrittura che si manifesta con difficoltà nella competenza ortografica e nella competenza fonografica.

Disgrafia: disturbo specifico della grafia che si manifesta con una difficoltà nell'abilità motoria della scrittura.

Discalculia: disturbo specifico dell'abilità di numero e di calcolo che si manifesta con una difficoltà nel comprendere e operare con i numeri.

Questi disturbi  dipendono dalle diverse modalità di funzionamento delle reti neuronali coinvolte nei processi di lettura, scrittura e calcolo. Non sono causati né da un deficit di intelligenza né da problemi ambientali o psicologici o da deficit sensoriali.
 
Alcuni indicatori per riconoscere un caso di DSA
La diagnosi di DSA può essere formulatacon certezza solo dopo la fine del secondo anno della scuola primaria ( dislessia e disortografia ) e del terzo anno ( disgrafia e discalculia) , tuttavia alcuni indicatori precoci possono essere individuati già dai 4 o 5 anni del bambino e si possono riscontrare segnali importanti durante il primo ed il secondo anno della scuola.

Indicatori precoci di rischio di DSA nella scuola dell'infanzia (a 5 anni)

  • Difficoltà comunicative linguistiche: pronuncia corretta delle parole, strutturazione corretta della frase, conoscenza e utilizzo delle parole.
  • Difficoltà motorio-prassiche: capacità di disegnare, rappresentazione di figure geometriche, manualità fine e globale.
  • Difficoltà nella discriminazione uditiva: individuare i suoni delle parole, sillabare.
  • Difficoltà visuo-spaziali: corretta organizzazione di giochi di costruzione (puzzle, mattoncini) e di percorrere i labirinti.
Indicatori di DSA dal primo anno della scuola primaria 

Difficoltà nella lettura
  • Lenta o errata decifrazione delle singole lettere
  • Difficoltà nella fusione delle lettere in sillabe e parole
  • Scarso controllo del significato delle parole
 Difficoltà nella scrittura
  • Scarsa autonomia nella scrittura delle parole;
  • Sostituzioni o elisioni di lettere;
  • Difficoltà nella corretta impugnatura della penna;
  • Difficoltà a gestire la grandezza, la direzione e la forma di lettere e numeri.
 Difficoltà nell’uso  dei numeri
  • Errori nel conteggio da 0 a 20;
  • Errori nel passaggio dalla pronuncia alla scrittura dei numeri da 0 a 20;
  • Difficoltà nel calcolo a mente entro il 10.
Alcuni bambini o ragazzi con un DSA possono avere delle difficoltà di coordinazione, di motricità fine, di organizzazione delle attività e delle sequenze temporali.
Può capitare che lo stesso bambino manifesti più di un disturbo specifico dell'apprendimento e spesso i DSA sono associati a disturbi dell'attenzione.
 
La diagnosi 
La presenza di un Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA) si manifesta attraverso uno o più indicatori.
Quando un genitore sospetta che il proprio figlio possa presentare un DSA sottopone al pediatra e agli insegnanti il dubbio per attivare percorsi di valutazione specialistica e di potenziamento didattico.

In Regione Lombardia la valutazione può essere effettuata da strutture private accreditate e da specialisti privati operanti in equipe autorizzate dalla ASL (ora ATS). Istituto Auxologico Italiano è stato inserito nell’elenco di ASL Milano (ora ATS Milano – Città Metropolitana) dei soggetti autorizzati ad effettuare attività di Prima Certificazione con deliberazione n. 1653 del 23 novembre 2015.

La diagnosi è condotta da specialisti esperti mediante specifici test standardizzati e condivisi, in linea con le indicazioni della Consensus Conference e dell'Istituto Superiore Sanità



(2016-11-16 12:11:45)