Telemedicina per scompenso

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

 Telemedicina per scompenso

A cura di

Dott.ssa Alessandra Villani

Responsabile Centro Insufficienza Cardiaca - U.O. Cardiologia - Auxologico San Luca

La telemedicina è un servizio che Auxologico offre ai suoi pazienti nei casi in cui sia necessaria la continuità di interazione con il medico per garantire la stabilità delle condizioni di salute a casa. 

In particolare questo servizio è prezioso per i pazienti con insufficienza cardiaca per prevenire episodi di scompenso cardiaco, ed è offerto regolarmente ai pazienti che ne abbiano necessità seguiti presso il Centro per l’Insufficienza Cardiaca dell'Ospedale San Luca, uno dei centri di alta specializzazione che afferiscono all’Unità Operativa di Cardiologia diretta dal Prof. Gianfranco Parati.

Il servizio di telemedicina viene normalmente riservato ai pazienti con insufficienza cardiaca cronica medio/grave (classi III e IV NYHA).

Nel periodo di emergenza Coronavirus questo servizio è esteso a tutti i pazienti già in cura presso il Centro Insufficienza Cardiaca di Auxologico che abbiano bisogno di un contatto periodico e regolare con lo Specialista.

Il sevizio di telemedicina si affianca e integra l'attività del Medico di Medicina Generale (MMG) e ha lo scopo di prevenire le instabilizzazioni dei pazienti con insufficienza cardiaca, consentendo in molti casi di gestirle a domicilio. Questo permette di ridurre gli accessi in pronto soccorso, di limitare il ricorso a prestazioni specialistiche ambulatoriali evitabili, di prevenire i ricoveri ospedalieri e di migliorare globalmente la qualità di vita del paziente. 

Il servizio non sostituisce l’attività del medico di famiglia, che rimane il responsabile della conduzione clinica del paziente, ma si pone come supporto consulenziale alla gestione integrata del malato. Inoltre non sostituisce i servizi di emergenza/urgenza, il 112 e il Pronto Soccorso.

L'INFERMIERE TUTOR 

Il programma si avvale della figura dell’Infermiere tutor, che con la sua azione di counseling aiuta il paziente e la sua famiglia a prendere consapevolezza della malattia e a gestire con regolarità la terapia, offrendo consigli relativi a numerosi aspetti pratici relativi alla vita di tutti i giorni.

Il momento chiave del percorso è un contatto telefonico periodico con il paziente con la raccolta di informazioni semplici e puntuali utili alla gestione clinica. Obiettivo di questo servizio è sviluppare tra paziente, infermiere tutor e familiari un rapporto umano e di fiducia forte e positivo, costruendo una relazione continuativa e solida del paziente con l’equipe del Centro per l’insufficienza cardiaca.

IL PROGRAMMA

Il programma normalmente ha una durata semestrale e il punto di forza del servizio è la continuità di gestione, clinica e psicologica, dei pazienti.

Il programma prevede:

  • contatti telefonici regolari e programmati da parte dell’infermiere tutor;
  • la gestione delle richieste di assistenza  in base alla sintomatologia del paziente (consulto telefonico, visita rapida programmata).

Figure di riferimento sono i responsabili clinici del servizio, referenti per il medico di famiglia e affiancati da un collega corresponsabile con simili caratteristiche, e l'infermiere tutor, responsabile dell’organizzazione del monitoraggio telefonico

COME FUNZIONA

  1. Il paziente, nella fascia oraria programmata, chiama l’infermiere tutor;
  2. l’infermiere tutor effettua una serie di domande per valutare lo stato del paziente, le condizioni cliniche, l’aderenza alle terapie. Particolare attenzione viene data al monitoraggio quotidiano del peso corporeo e della pressione arteriosa;
  3. nel caso sia necessario, l’infermiere contatta il cardiologo per una consulenza cardiologica;
  4. al termine della chiamata l’infermiere tutor aggiorna sulla cartella clinica informatizzata (memorizzata sul computer del centro) l’esito della chiamata;
  5. nel caso ci sia stato un intervento del cardiologo, avvisa il Medico di Medicina Generale che ne avesse fatto richiesta.

COME ACCEDERE

Il servizio è dedicato ai pazienti del Centro Scompenso di Auxologico ed è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30, con un infermiere e un medico dedicato.

In questo periodo di emergenza covid-19, viene esteso a tutti i pazienti già in cura presso il Centro per l’insufficienza cardiaca (noto anche come “Centro scompenso”) che ne abbiano bisogno.

Per accedere si può:

IL CENTRO INSUFFICIENZA CARDIACA DI AUXOLOGICO

Auxologico, all’interno della sua Unità Operativa di Cardiologia dispone di un Centro specializzato nello studio e la cura dell'insufficienza cardiacache integra diversi sevizi clinici utili a questi pazienti, che vanno dalla possibilità di ricovero ospedaliero sia in urgenza sia in elezione, ai servizi di Ambulatorio, Day Service, Day Hospital fino all’innovativo servizio di Telemedicina.

L’attività del Centro è diretta alla diagnosi e alla terapia dell’insufficienza cardiaca, dal suo esordio fino alle fasi terminali, anche nei casi che necessitino di cure palliative, attraverso l’integrazione di numerosi servizi.

VISITA IL CENTRO