Potenziali Evocati Somato-Sensoriali (PESS o SEPS)

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

Potenziali Evocati Somato-Sensoriali (PESS o SEPS)

Dott. Luca Maderna

Responsabile Centro Neurofisiologia - U.O. Neurologia e Stroke Unit - Auxologico San Luca

Responsabile Centro Tossina Botulinica - U.O. Neurologia e Stroke Unit - Auxologico San Luca

POTENZIALI EVOCATI SOMATOSENSORIALI (PESS O SEPS)

Potenziali Evocati Somatosensoriali servono a studiare la conduzione degli stimoli sensitivi lungo il nervo periferico e il midollo e l’arrivo a livello della corteccia cerebrale: consentono di studiare non solo la conduzione centrale, ma in qualche caso anche lesioni che colpiscono il tratto periferico della via a diversi livelli.

L’esame è indolore e consiste nel registrare mediante appositi elettrodi posizionati lungo la colonna e sul capo le risposte elettriche evocate dalla stimolazione - con degli impulsi elettrici di bassa intensità - di alcuni nervi al polso e alla caviglia.

PER QUALI MALATTIE SONO USATI?

I potenziali evocati somatosensoriali sono utilizzati principalmente nella diagnosi delle seguenti patologie:

  • patologia del sistema nervoso periferico: polineuropatie, plessopatie, radicolopatie;
  • patologia del sistema nervoso centrale;
  • spondilosi cervicale, mielopatie;
  • malattie demielinizzanti;
  • malattie generalizzate del sistema nervoso centrale;
  • patologia del tronco encefalico;
  • patologia degli emisferi cerebrali.

DOVE IN AUXOLOGICO?

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI