Potenziali Evocati Acustici (PEA o BAEPS)

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

Potenziali Evocati Acustici (PEA o BAEPS)

Dott. Luca Maderna

Responsabile Centro Neurofisiologia - U.O. Neurologia e Stroke Unit - Auxologico San Luca

Responsabile Centro Tossina Botulinica - U.O. Neurologia e Stroke Unit - Auxologico San Luca

POTENZIALI EVOCATI ACUSTICI (PEA O BAEPS) 

Stimolando artificialmente la membrana del timano con suoni detti click, erogati mediante apposita cuffia, è possibile studiare la conduzione degli impulsi generati lungo tutto il decorso delle vie acustiche, fino alla corteccia cerebrale.

Potenziali Evocati Acustici sono una delle tecniche di esplorazione funzionale del brainstem, regione del sistema nervoso centrale difficilmente studiabile anche con le più recenti tecniche di imaging: consentono una valutazione funzionale della conduzione lungo il tratto della via acustica situato nel tronco encefalico.

PER QUALI MALATTIE SONO USATI?

La loro maggiore applicazione è relativa alla diagnosi o alla stadiazione della Sclerosi Multipla ma sono utili per lo studio e la diagnosi differenziale delle ipoacusie sia di origine periferica che dovute a varie malattie del Sistema Nervoso Centrale (disturbi circolatori del tronco encefalico, la sindrome soggettiva post-traumatica, l’encefalopatia ipossico/ischemica neonatale, le malattie neurodegenerative, le malattia metaboliche, l’idrocefalo).

DOVE IN AUXOLOGICO?

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI