Ionoforesi

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

 Ionoforesi

A cura di

Prof. Luigi Tesio

Direttore U.O. Riabilitazione Neuromotoria - Auxologico Capitanio

CHE COSA È LA IONOFORESI?

La ionoforesi - letteralmente “trasporto di ioni” - è una tecnica che rientra nel campo delle elettroterapie e che consiste nella somministrazione di un farmaco per via transcutanea, sfruttando una corrente continua prodotta da un’apposita strumentazione.

La ionoforesi si applica di regola ad articolazioni dolenti e/o infiammate.

La procedura prevede di applicare sulla cute, in corrispondenza dell'area da trattare, una sostanza ionizzata analgesica o antinfiammatoria in forma liquida o in gel. La sostanza viene poi coperta da un elettrodo (polo positivo o negativo, a seconda del farmaco impiegato).

Il circuito viene chiuso da un altro elettrodo posto abitualmente dal lato opposto dell’articolazione da trattare.

Il circuito è percorso da una corrente continua a bassa intensità (non oltre 20 mA), per circa 10-20 minuti. La corrente “trascina” il farmaco con una concentrazione efficace fino ad alcuni centimetri di profondità.

La ionoforesi presenta un doppio vantaggio: può risparmiare l'assunzione del farmaco per altra via e ne consente una concentrazione locale selettiva. Si aggiunga che la corrente di per se stessa ha un effetto analgesico.

La durata di una seduta, solitamente, è di circa 20 minuti.

Di regola si applicano 8-12 sedute, con cadenza da 3 a 5 volte la settimana.

QUALI SONO I SUOI EFFETTI BENEFICI?

La ionoforesi viene applicata tipicamente al trattamento di:

  • infiammazioni e forme dolorose muscolo-scheletriche;
  • traumi muscolari e ossei;
  • patologie degenerative o infiammatorie delle articolazioni;
  • iperidrosi.

QUALI SONO LE CONTROINDICAZIONI E I RISCHI?

Le controindicazioni sono prima di tutto quelle del farmaco applicato.

Vi può essere controindicazione all’applicazione di corrente elettrica, per esempio per la presenza di dispostivi elettromedicali impiantati, o per alterazioni cutanee in sede di applicazione.

L’applicazione può produrre un arrossamento locale lieve e transitorio e va comunque monitorata dal fisioterapista.

Per tutti questi motivi è necessaria prescrizione medica non soltanto del farmaco da applicare ma anche della stessa modalità di applicazione ionoforetica.

RIABILITAZIONE IN AMBULATORIO

Presso gli Ambulatori di Auxologico CapitanioAuxologico PioltelloAuxologico Procaccini si accede a programmi diagnostici e riabilitativi ambulatoriali coordinati all’interno di un progetto riabilitativo individuale.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

RIABILITAZIONE IN REGIME DI RICOVERO 

L’Unità Operativa di Riabilitazione Neuromotoria di Auxologico, dedicata prevalentemente a pazienti affetti da importanti deficit conseguenti a malattie neurologiche acute, a postumi di interventi neurochirurgici, o ad aggravamenti di deficit conseguenti a malattie neurologiche croniche, è accessibile in convenzione con il SSN, sia in regime di solvenza privata o tramite copertura assicurativa.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI