Imaging del Segmento Posteriore

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

 Imaging del Segmento Posteriore

COS'È L'IMAGING DEL SEGMENTO POSTERIORE?

Raggruppa una serie di immagini fotografiche, retinografie standard e in autofluorescenza, e scansioni tomografiche della retina mediante Spectral domain OCT che in maniera non invasiva consentono di analizzare caratteristiche metaboliche, morfologiche e strutturali della retina contribuendo, in associazione con l’esame clinico e i test elettrofisiologici, al corretto inquadramento dei quadri di patologie retiniche ereditarie e acquisite. 

Retinografia a colori: permette di visualizzare i dettagli dell’albero vascolare retinico (caratteristiche di calibro e decorso), dell’aspetto cromatico e del riflesso della regione maculare e più nel dettaglio della regione foveale.

Retinografia aneritra: utile per evidenziare alcuni dettagli retinici quali la presenza di emorragie, drusen, essudati.

Retinografia Infrarosso: utile per rilevare difetti di pigmentazione retinica.

Retinografia Blu-Verde: permette di visualizzare lo strato delle fibre nervose e della limitante interna.

Autofluorescenza in luce Blu (BAF): consente di rilevare anomalie della fluorescenza spontanea della retina emessa dalla lipofuscina.  

Autofluorescenza in luce Near Infra-Red (NIA): permette di evidenziare alterazioni della fluorescenza spontanea della retina emessa dalla melanina.   

Spectral Domain OCT (SD-OCT): consente un’indagine tomografia della retina in grado di evidenziare, attraverso delle sezioni trasversali ad alta risoluzione, dettagli strutturali degli strati cellulari e dei loro plessi e permette una analisi qualitativa e quantitativa delle alterazioni retiniche che coinvolgono prevalentemente la regione maculare.

Lo strumento impiegato è OCT Spectralis (Heidelberg Spectralis HRA+OCT system) di ultima generazione ad alta risoluzione. 

La combinazione delle informazioni ottenute attraverso esami elettrofunzionali e imaging del segmento posteriore è indicata nello studio e nella diagnosi delle seguenti patologie:

  • Distrofie retiniche ereditarie; 
  • Degenerazioni maculari; 
  • Retinopatie acquisite di natura infiammatoria, carenziale e metabolica;
  • Retinopatie autoimmuni paraneoplastiche e non paraneoplastiche;
  • Diagnosi e monitoraggio della retinopatia da idrossiclorochina.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Segreteria: 02 58218505 | neuroftalmologia@auxologico.it