Ecografia dei nervi periferici

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

Ecografia dei nervi periferici

Dott. Luca Maderna

Responsabile Centro Neurofisiologia - U.O. Neurologia e Stroke Unit - Auxologico San Luca

LE MALATTIE DEI NERVI PERIFERICI

Le patologie del sistema nervoso periferico sono molto frequenti, anche nei giovani, con sintomatologia a volte a decorso lento e priva di sintomi specifici nelle prime fasi.

Si passa da forme meno gravi ma molto frequenti, come ad esempio la sindrome del tunnel carpale o l’intrappolamento del nervo ulnare nel gomito, a patologie traumatiche del nervo (lesioni da taglio diretto, lesioni post-frattura o post-intervento chirurgico, a malattie più rare come i neurinomi o a maggior di gravità, come le neuropatie autoimmuni, dovute cioè a danni causati ai nervi dal sistema immunitario del paziente.

COME SI FA LA DIAGNOSI?

Attualmente la diagnosi e il monitoraggio si avvale principalmente dell’esame elettromiografico.  

Da alcuni anni è stata introdotto l’utilizzo delle ecografia a supporto e complementazione dell’esame elettromiografico.

QUALI SONO I VANTAGGI DELL'ECOGRAFIA?

Con l’ecografia, possiamo infatti andare direttamente a studiare la morfologia dei nervi del paziente, l’eventuale ipertrofia o le alterazioni strutturali, le eventuali compressioni di uno più tronchi nervosi, le patologie tumorali o le lesioni da taglio.

Pertanto l’utilizzo combinato dell’elettromiografia e dell’ecografia del nervo permette un miglioramento nella definizione delle patologie del nervo periferico e una più precisa localizzazione topografica del danno, favorendo così un più adeguato iter terapeutico .
Ciò comporta benefici più immediati per il paziente, con riduzione dei tempi di guarigione e conseguentemente riduzione dei costi sanitari.

DOVE IN AUXOLOGICO?

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI