Ecocardiogramma [ecocardiografia]

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

 Ecocardiogramma [ecocardiografia]

A cura di

Prof. Luigi Badano

Staff U.O. Cardiologia - Auxologico San Luca

CHE COS'È L'ECOCARDIOGRAMMA?

L’ecocardiogramma è un esame diagnostico che utilizza gli ultrasuoni - cioè suoni ad altissima frequenza non udibili dall’orecchio umano - per visualizzare, misurare e valutare la funzione delle varie strutture anatomiche del cuore:

  • valvole;
  • atri;
  • ventricoli;
  • grosse arterie come l’aorta o la polmonare.

Gli ultrasuoni sono una forma di energia che, alle frequenze utilizzate per l’ecocardiogramma, non arreca alcun danno e l’esame può quindi essere ripetuto infinite volte nello stesso paziente senza problemi.

Per le sue caratteristiche di sicurezza, per l’ampia diffusione degli ecocardiografi in tutti gli ospedali o ambulatori specialistici, per il basso costo dell’esame e per la ricchezza di informazioni sulla morfologia e sulla funzione delle strutture cardiache che si ottengono, l’ecocardiogramma è diventata la metodica di imaging cardiovascolare più utilizzata al mondo per la diagnosi delle malattie cardiache: viene eseguito anche in neonati, bambini, donne gravide ecc. senza rischi.

Nella maggior parte delle malattie del cuore la moderna ecocardiografia color-Doppler, nelle sue varie modalità, ha sostituito tecniche diagnostiche più invasive e/o potenzialmente dannose (cateterismo cardiaco, scintigrafia miocardica, tomografia computerizzata cardiaca, ecc.) per quanto riguarda la diagnosi, la valutazione della gravità della malattia e per programmarne il trattamento.

COME SI SVOLGE L'ECOCARDIOGRAMMA?

L’ecocardiogramma esplora la morfologia e la funzione delle strutture cardiache. Poiché il cuore è situato all’interno della cavità toracica, per poter eseguire un ecocardiogramma, il paziente deve essere a torace completamente scoperto.

Una volta posizionati alcuni elettrodi per ottenere una traccia elettrocardiografica, lo specialista esegue l'esame semplicemente appoggiando una sonda sul torace. 

Tra la sonda e la pelle viene applicato un gel di acqua e sali che impedisce all’aria, attraverso la quale gli ultrasuoni non riescono a viaggiare, di frapporsi.

L’ecocardiogramma non crea alcun fastidio al paziente, tranne in alcuni casi in cui, per ottenere immagini migliori, l’operatore non debba premere maggiormente la sonda sul torace. In tale eventualità, basta che il paziente avverta l’operatore che regolerà in maniera più adeguata la pressione della sonda sul torace.

È NECESSARIO L'IMPIEGO DI UN MEZZO DI CONTRASTO?

Normalmente no. Tuttavia, oltre all’aria anche le ossa, o la presenza di un torace molto grosso possono interferire con il passaggio degli ultrasuoni dalla sonda alle varie strutture cardiache e il loro ritorno alla sonda, creando immagini ecocardiografiche di qualità insufficiente per una diagnosi accurata. 

In questi casi può essere necessario migliorare la qualità delle immagini mediante iniezione endovenosa di un agente di contrasto (microbolle di gas inerte incapsulate in un guscio di acidi grassi, ecocardiografia con agente di contrasto) che migliora significativamente la qualità delle immagini e viene poi eliminato in pochi minuti con il respiro.

QUANTO DURA L'ECOCARDIOGRAMMA?

L'ecocardiogramma dura circa 30 minuti. L'esame si può prolungare in presenza di condizioni cardiache complesse che richiedono maggiori acquisizioni e misurazioni.

CI SONO CONTROINDICAZIONI?

Per quanto detto, risulta chiaro che non ci sono controindicazioni all’ecocardiogramma, eccetto nei casi in cui l’esame sia palesemente inutile poiché non c’è alcuna ragione per sospettare una malattia cardiaca. Al contrario, l'esame è indicato tutte le volte che vi sia un sospetto clinico di malattia cardiaca, si voglia accertarne la gravità, monitorarne l’evoluzione nel tempo, o valutare le opportunità terapeutiche (farmacologiche o cardiochirurgiche).

TIPI DI ECOCARDIOGRAMMA

Ci sono vari tipi di ecocardiogramma che vengono utilizzati in situazioni diverse o per diverse indicazioni cliniche.

ECOCARDIOGRAMMA COLOR-DOPPLER TRANSTORACICO

L’ecocardiogramma color-Doppler transtoracico è l’esame standard che abbiamo descritto sopra ed è di gran lunga il più utilizzato in cardiologia. L’aggiunta del Doppler permette di valutare la direzione e la velocità con cui si muovono i globuli rossi (il flusso del sangue) nelle diverse sezioni del cuore per derivarne importanti indici di funzione del cuore in toto e delle sue valvole.

ECOCARDIOGRAFIA TRANSESOFAGEA

Per meglio definire alcune strutture che non sono visibili con l’ecocardiografia color-Doppler transtoracica, poiché piccole e situate posteriormente nel torace (ad es. auricole o vene polmonari), o per avere maggiori dettagli anatomici e funzionali di strutture che si vedono anche con la metodica transtoracica (valvole cardiache, masse cardiache ecc.) ai fini della valutazione della terapia medica o chirurgica, può essere necessaria l’ecocardiografia transesofagea che si svolge con l’introduzione di una sonda nell’esofago attraverso la bocca dopo aver spruzzato in gola un anestetico locale (vedi).

L’ECOCARDIOGRAFIA DURANTE STRESS CARDIOVASCOLARE

Nei pazienti in cui i sintomi si manifestano solo durante o dopo sforzi, e l’ecocardiografia color-Doppler a riposo è normale o non-spiega interamente i sintomi, è possibile eseguire l’ecocardiografia durante stress dell’apparato cardiovascolare.

L’ecocardiografia durante stress cardiovascolare è la registrazione dell’ecocardiogramma mentre il paziente esegue un esercizio fisico (tipicamente pedala su una bicicletta appositamente disegnata) o, se il paziente è incapace/impossibilitato a eseguire uno sforzo, mentre vengono indotti gli effetti dell’esercizio sul cuore mediante infusione di un farmaco (dobutamina o dipiridamolo).

ECOCARDIOGRAFIA TRIDIMENSIONALE ED ECOCARDIOGRAFIA SPECKLE-TRACKING

Recentemente, nell'Ospedale San Luca, sono diventate disponibili due nuove tecniche (ecocardiografia tridimensionaleanalisi della deformazione miocardica o ecocardiografia speckle-tracking) che hanno permesso di affinare e rendere ancora più accurato l’esame ecocardiografico: entrambe si svolgono esattamente come la ecocardiografia color-Doppler standard (in effetti, sono un’aggiunta al normale ecocardiogramma color-Doppler). In qualche caso, durante l’acquisizione delle immagini tridimensionali, potrà essere richiesto di trattenere il respiro per alcuni secondi.

ECOCARDIOGRAFIA TRIDIMENSIONALE

L’ecocardiografia tridimensionale viene utilizzata per ottenere immagini 3D realistiche dell’anatomia delle strutture cardiache (che consentono una diagnosi più accurata delle eventuali lesioni presenti, utile anche a pianificare interventi chirurgici o transcatetere) e per una precisa misurazione delle dimensioni e della funzione delle camere cardiache (atri e ventricoli).

ECOCARDIOGRAFIA SPECKLE-TRACKING

Lecocardiografia speckle-tracking (analisi della deformazione miocardica) consente di fare precocemente la diagnosi di malfunzionamento del muscolo cardiaco (anche quando i tradizionali indici di funzione cardiaca sono ancora normali) e anticipare il trattamento in pazienti a rischio (gravi malattie delle valvole cardiache, assunzione di farmaci chemioterapici potenzialmente dannosi per il cuore) oppure di diagnosticare malattie cardiache relativamente rare quali l’amiloidosi.

LEGGI ANCHE: LA GUIDA ALLA SALUTE DEL CUORE

ECOCARDIOGRAMMA IN AUXOLOGICO

L'attività ambulatoriale della U.O. di Cardiologia di Auxologico è estesa su tutte le sedi ambulatoriali di Auxologico, dove i cardiologi effettuano visite specialistiche ed esami strumentali avanzati (ecografie cardiache e vascolari, risonanze magnetiche, TAC, test da sforzo e altri), e check up dedicati al cuore.

Il Servizio di Diagnostica per Immagini di Auxologico  è presente in tutte le sedi di Auxologico, ed è a disposizione dei pazienti ricoverati e dei pazienti ambulatoriali: effettua ogni anno oltre 350.000 esami, garantendo un servizio completo e di elevata qualità, eseguito da specialisti cardiologi esperti con le strumentazioni più avanzate e performanti.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI