Breath test al lattulosio

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

 Breath test al lattulosio

A cura del Pensiero Scientifico Editore

COS’Ė IL BREATH TEST AL LATTULOSIO?

Il breath test al lattulosio, chiamato anche test del respiro, è un esame diagnostico semplice e non invasivo, che si effettua mediante l’analisi di campioni di aria espirata allo scopo di misurare il tempo di transito oro-ciecale e di diagnosticare la sindrome da contaminazione batterica del piccolo intestino, un disturbo legato alla sovracrescita di batteri – di norma situati nel colon - negli ultimi tratti dell’intestino tenue.

Il breath test al lattulosio viene consigliato ai pazienti che riferiscono disturbi gastrointestinali quali flatulenza, meteorismo, diarrea, distensione e crampi addominali.

A COSA SERVE?

Il breath test al lattulosio permette di individuare eventuali alterazioni del sistema gastroenterico, quali per esempio:

  • contaminazioni batteriche;
  • malassorbimento intestinale;
  • alterazione del transito intestinale.

In particolare, l’alterazione del tempo di transito oro-ciecale costituisce la misura indiretta della funzionalità del tubo gastroenterico. Il tempo di transito risulterà, infatti, accelerato in caso di sintomi diarroici da ipermotilità, e rallentato in caso di sintomi dispeptici dovuti a un lento svuotamento gastrico o in presenza di stipsi causata da una lenta propulsione della massa fecale.

COME SI SVOLGE IL BREATH TEST AL LATTULOSIO?

Il breath test al lattulosio viene effettuato la mattina a digiuno. Il paziente deve presentarsi dopo aver seguito scrupolosamente alcune norme di preparazione, che di seguito vengono specificate nei dettagli.

Il breath test al lattulosio consiste nella raccolta di campioni di aria espirata, prima e dopo l’ingestione di uno specifico zucchero sciolto in acqua (lattulosio), in un sacchetto di plastica a intervalli regolari. L’esame dura circa 4 ore durante le quali le concentrazioni di idrogeno nell'aria espirata vengono misurate a intervalli regolari di 15-20 minuti.

NORME DI PREPARAZIONE

  • Nei 30 giorni che precedono l’esame, il paziente deve evitare l’uso di lassativi e antibiotici;
  • nei 15 giorni che precedono l’esame, il paziente deve evitare l’uso di probiotici (fermenti lattici e yogurt) e latte di origine animale. Gli è consentito assumere latti di provenienza vegetale (soia, mandorla, riso, avena);
  • nelle 12 ore che precedono l’esame, il paziente deve astenersi dall’utilizzo di farmaci, a meno che non si tratti di farmaci salvavita come quelli per la pressione e per il cuore;
  • il giorno dell’esame, il paziente che ne fa uso normalmente può continuare ad assumere i farmaci salvavita, avendo cura, comunque, di evitare l’Eutirox;
  • il giorno dell’esame, il medico deve assicurarsi che il paziente non abbia in corso una diarrea importante.
  • il giorno prima dell’esame, il paziente deve seguire un preciso regime alimentare che verrà indicato dal medico.
  • dalle ore 21.00 del giorno che precede l’esame, il paziente deve osservare un digiuno completo, non fumare, bere liberamente acqua non gassata;
  • la mattina dell’esame, il paziente si laverà accuratamente i denti come al solito con spazzolino e dentifricio e successivamente eseguirà la pulizia del cavo orale con un collutorio;
  • la mattina dell’esame, il paziente deve presentarsi a digiuno e senza aver fumato e/o svolto attività fisica.

EVENTUALI CONTROINDICAZIONI O RISCHI

Il breath test al lattulosio è un esame non invasivo né doloroso, che non presenta controindicazioni né rischi di alcun tipo.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI