Tampone per il coronavirus: come funziona, quali alternative

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

APPROFONDIMENTI

La rapida diffusione dell'epidemia di COVID-19 ha causato la crescente necessità di diagnosi rapida dell'infezione da parte del nuovo coronavirus responsabile della sindrome respiratoria, per evitarne l’ulteriore diffusione attraverso il contenimento dei soggetti positivi.

COME SI DIAGNOSTICA L’INFEZIONE DA CORONAVIRUS?

I test diagnostici per la conferma dell’infezione da COVID-19 in Lombardia sono oggi eseguiti in diversi Laboratori, sia pubblici che privati accreditati, comunque autorizzati e coordinati dalla Direzione Welfare regionale.

La diagnosi di Laboratorio diretta si basa sulla ricerca, nel tampone naso-faringeo, dell’RNA virale con metodiche di biologia molecolare.

Esiste anche la possibilità di una diagnosi retrospettiva basata sulla ricerca degli anticorpi (test sierologico). A fronte di una positività degli anticorpi deve essere eseguito anche il tampone per un conferma di eventuale contagiosità residua.

COME RICHIEDERE IL TEST SIEROLOGICO E IL TAMPONE?

  • Il test sierologico per indagare l'eventuale presenza di anticorpi è richiedibile da ciascun cittadino in regime privato. In Auxologico il test sierologico costa 40 euro ed è accessibile dietro prenotazione online. 
    In caso di positività l’utente é contattato per l’esecuzione del tampone: in questo caso il tampone è eseguito in regime di Servizio Sanitario Regionale e quindi gratuito per l’utente;
  • il tampone può essere richiesto privatamente, indipendentemente dall’esito dell’eventuale sierologico solo per comprovati motivi (es: viaggi di lavoro, ricoveri presso altre strutture sanitarie, ecc.). In Auxologico il tampone costa 90 euro ed è accessibile dietro prenotazione onlin. 

 TEST SIEROLOGI E TAMPONI IN AUXOLOGICO

COME FUNZIONA IL TAMPONE NASO-FARINGEO?

Attualmente viene eseguita, con metodiche di biologia molecolare, la ricerca dell’RNA virale che è presente nella fase iniziale e acuta della malattia,.

L’analisi si effettua sul materiale prelevato con un tampone, sottoposto a particolari metodiche molecolari che identificano con precisione il genoma virale nei secreti respiratori (le sostanze espulse attraverso la respirazione) del paziente sintomatico.

LEGGI ANCHE: IL CORONAVIRUS SPIEGATO DAL PNEUMOLOGO

CI SONO ALTERNATIVE AL TAMPONE?

Allo stato attuale il tampone per la ricerca di RNA è l’unico test valido per la diagnosi di COVID-19.

I TEST SIEROLOGICI

I test sierologici, basati sulla ricerca di anticorpi IgM e IgG specifici, allo stato attuale dell’evoluzione scientifica non possono sostituire il test molecolare basato sull’identificazione di RNA virale.

I test sierologici sono utili nella valutazione epidemiologica della circolazione virale.

La diversa tempistica in cui compaiono le varie classi di anticorpi e la loro evoluzione, infatti, può rappresentare un indicatore per confermare la presenza o l’avvenuta infezione.

I test effettuati in questo periodo hanno lo scopo di verificare l’avvenuta esposizione al virus e, quindi, si basano prevalentemente sulla ricerca degli anticorpi della classe IgG o Ig Totali.

La cinetica anticorpale conseguente all’infezione da CoV-19 è particolare: molta letteratura riporta situazioni di comparsa quasi contemporanea degli anticorpi della classe IgM e della classe IgG e la loro presenza nel tempo anche in concomitanza della presenza del RNA virale a livello rino-faringeo. Questo implica che i consueti schemi interpretativi degli esiti immunologici per questa diagnostica non possono essere correttamente utilizzate secondo i canoni classici.

Tutti i test sierologici vanno utilizzati e interpretati con cautela, tenendo presente che nel caso di negatività della ricerca il soggetto deve essere inquadrato come “recettivo” e comunque oggetto di valutazione clinica al fine di escludere la situazione temporale di infezione contratta recentemente.

Un esito positivo può essere considerato sinonimo di avvenuta infezione ed è comunque necessario un ulteriore approfondimento con tampone.

In Auxologico è possibile effettuare i test sierologici quantitativi.

 TEST SIEROLOGI IN AUXOLOGICO