La paralisi del sonno

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

APPROFONDIMENTI

A cura di

Dott.ssa Carolina Lombardi

Responsabile Centro Medicina del Sonno - Lombardia - U.O. Cardiologia - Auxologico San Luca

COS'È LA PARALISI DEL SONNO?

La paralisi del sonno è un fenomeno di dissociazione (una cosiddetta parasonnia) caratterizzato dall’inclusione della paralisi fisiologica dei muscoli tipica del sonno REM che si inserisce in un momento di transizione dalla veglia al sonno.

Il sonno REM (Rapid Eye Movement) è quella fase del ciclo del sonno in cui si verificano i sogni: a un’attività intensa del cervello fa da contrappeso la paralisi dei muscoli volontari, che serve ad impedire al corpo di compiere movimenti incontrollati durante questa fase del sonno.

COME SI MANIFESTA?

Dal punto di vista sintomatologico si ha improvvisamente l’impressione di essere svegli ma come paralizzati.

CHI NE SOFFRE?

La paralisi del sonno è un fenomeno molto frequente e sembra che fino al 40% delle persone sperimenti la paralisi del sonno almeno una volta nella vita.

Per una minoranza di soggetti si ripete invece più spesso e in questo caso può influenzare in maniera più significativa la qualità di vita in generale e del sonno del soggetto.

Vanno incontro più facilmente a questo fenomeno le persone che hanno una privazione cronica di sonno, ma talvolta si presentano in concomitanza con un disturbo da attacchi di panico, ansia o depressione.

Più raramente possono rappresentare un sintomo accessorio nei pazienti che soffrono di narcolessia, una malattia rara caratterizzata da eccessiva sonnolenza diurna, perdita di tono muscolare accessuale dopo emozioni (cataplessia), allucinazioni e paralisi ipnagogiche e ipnopompiche.

QUANTO DURA LA PARALISI DEL SONNO?

Talvolta tale sensazione che dura in realtà pochi secondi può essere percepita dal soggetto come molto prolungata e associata a una sensazione di intensa paura o immagini oniriche.

PARALISI DEL SONNO, IPNAGOGICA E IPNOPOMPICA: SONO LA STESSA COSA?

Le paralisi del sonno vengono dette ipnagogiche se avvengono alla transizione veglia-sonno, cioè durante il processo di addormentamento; viceversa si dicono ipnopompiche quando si manifestano alla transizione sonno-veglia, cioè durante il processo del risveglio.

LE PARALISI DEL SONNO SONO PERICOLOSE?

Non sono pericolose per la salute ma spesso vengono vissute con molta angoscia dal soggetto che viene turbato dalla sensazione di non riuscire a muoversi e talvolta anche di non riuscire a respirare o a chiamare qualcuno, legato proprio al manifestarsi della paralisi muscolare propria del Sonno REM in un momento inappropriato.

In realtà tutte le funzioni vitali sono ampiamente mantenute e gli episodi non si associano ad alterazioni della ventilazione.

DA COSA DIPENDONO LE ALLUCINAZIONI?

Le allucinazioni costituiscono un fenomeno di dissociazione addizionale.
Quando le paralisi del sonno si associano ad allucinazioni si sta manifestando, oltre alla paralisi muscolare tipica del sonno Rem, anche la componente onirica: in questo caso le allucinazioni sono una specie di sogno ad occhi aperti.

PERCHÉ MOLTI SOGGETTI SEMBRANO RIPORTARE ALLUCINAZIONI MOLTO SIMILI TRA LORO?

Dai diversi dati di letteratura si evince che spesso i fenomeni dissociativi della REM o anche le parasonnie del sonno REM (la principale è il disturbo comportamentale del sonno Rem) si associano a contenuto onirico violento o comunque pauroso per il soggetto.

Sul perché non si sa molto, alcuni studiosi sostengono che tale fenomeno sia associato ad un’attivazione specifica durante gli episodi di una parte del cervello che si chiama amigdala, deputata anche al controllo delle emozioni.

È POSSIBILE INTERROMPERE LA PARALISI?

In genere l’episodio viene terminato da uno stimolo risvegliante anche banale: qualcuno che ci tocca, un piccolo rumore o dall’evolversi spontaneo della fisiologia (per le ipnagogiche l’addormentamento, per le ipnoppompiche il risveglio).

SI PUÒ PREVENIRE LA PARALISI? ESISTE UNA CURA?

Non si possono prevenire, se non dormendo un numero di ore adeguato. La decisione terapeutica deve essere presa dopo un’adeguata valutazione diagnostica associata a una valutazione del grado di impatto sulla vita del soggetto.

COSA SI PUÒ FARE IN AUXOLOGICO

In Auxologico esiste Un centro di Medicina del Sonno dove vengono eseguite visite specialistiche e tutti gli esami polisonnografici per le diverse tipologie di disturbi del sonno, comprese le paralisi nel sonno.

In Auxologico quindi, per questo tipo di disturbo siamo in grado di programmare il corretto iter diagnostico e la terapia più adeguata per il singolo caso.

IL CENTRO DI MEDICINA DEL SONNO DI AUXOLOGICO

Il Centro Medicina del Sonno è accreditato dalla Società Italiana di Medicina del Sonno (AIMS) e svolge attività clinica e di ricerca sui disturbi del sonno.

Caratteristica peculiare del Centro di Medicina del Sonno, unico nel suo genere in Italia, è la possibilità di studiare gli effetti cardiovascolari dei diversi disturbi del sonno.

CENTRO SONNO LOMBARDIA CENTRO SONNO PIEMONTE