Ormoni: falli lavorare per te

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

APPROFONDIMENTI

A cura di

Prof. Luca Persani

Direttore U.O. Endocrinologia e Malattie del Metabolismo - San Luca - Auxologico San Luca

Tratto da un'intervista della giornalista Paola Scaccabarozzi pubblicata su "For Men".

L’IMPORTANZA DEGLI ORMONI

Gli ormoni sono sostanze chimiche prodotte dalle ghiandole endocrine del corpo che, entrate in circolo, regolano funzioni come sonno, fame, sviluppo muscolare… e perfino l’aggressività.

Gli ormoni sono prodotti durante tutto l’arco della vita, prima per stimolare la crescita, poi per mantenere la salute del corpo: il mantenimento di una buona funzione ormonale è associato a una buona aspettativa di vita.

GRELINA E LEPTINA: GLI ORMONI DELLA FAME

La grelina è prodotta dalle cellule del fondo dello stomaco e dal pancreas, e la sua funzione è quella di stimolare l’appetito agendo sull’ipotalamo. I livelli di questo ormone aumentano prima del pasto e diminuiscono circa un’ora dopo.

La leptina è invece prodotta dalle cellule adipose e la sua funzione è esattamente opposta: favorisce il senso di sazietà.

L’equilibrio tra questi due ormoni quindi favorisce un buon funzionamento del rapporto tra fame e sazietà e dà importanti informazioni al sistema nervoso centrale riguardo lo stato energetico dell’organismo.

Per favorirne il compito bisogna mangiare in maniera regolare e nelle giuste quantità e dormire bene per il tempo di cui il corpo ha bisogno. Il sonno infatti ha un ruolo molto importante nel funzionamento del sistema ormonale, perciò è bene andare a dormire a un orario regolare e riposare ininterrottamente per 7-8 ore.

ORMONI TIROIDEI: PROTAGONISTI DELLA CRESCITA E DEL DIMAGRIMENTO

Gli ormoni tiroidei sono prodotti nella ghiandola tiroidea, regolano la crescita del corpo e lo sviluppo dei neuroni; stimolano le funzioni metaboliche ed energetiche di tutte le cellule dell’organismo.

La loro attività varia a seconda della quantità di questi ormoni nel sangue: se il livello è alto stimolano lo smaltimento dei grassi in eccesso e la produzione di calore. Se la quantità invece è bassa, causano una riduzione della forza e resistenza dei muscoli, riducono la qualità delle prestazioni mentali e fisiche e favoriscono stipsi e depressione.

Come aiutare gli ormoni tiroidei a lavorare bene?

Un piccolo aiuto arriva dalla cucina, con l’utilizzo di sale iodato o il consumo di alghe, che favoriscono la produzione di ormone tiroideo (ma sono da evitare in caso di noduli tiroidei).
Anche le basse temperature ambientali nei luoghi di lavoro o abitazione possono stimolarne la produzione, favorendo il calo di peso corporeo.

ORMONE DELLA CRESCITA

L’ormone della crescita regola il metabolismo dei grassi e favorisce la massa muscolare. È prodotto da una ghiandola del cervello, l’ipofisi.

La produzione ottimale di ormone della crescita è agevolata dall’attività fisica, anche moderata, purché regolare: 30 minuti di camminata a passo rapido ogni giorno sono sufficienti. L’attività e produzione degli ormoni della crescita dipende anche dalla quantità e qualità del sonno.

TESTOSTERONE

Il testosterone è  l’ormone tipico del sesso maschile: è prodotto perlopiù nei testicoli, in minor parte anche nel surrene, ed è fondamentale per una muscolatura forte e per la produzione dei globuli rossi. È inoltre legato all’aggressività e alla libido.

Uno scarso livello di questo ormone determina un calo della massa muscolare e del desiderio sessuale, favorisce sovrappeso, depressione, diabete e pressione alta.
Per mantenere un livello adeguato di testosterone, è utile praticare attività sessuale e mantenere un corretto ritmo sonno-veglia.

MELATONINA

La melatonina, un ormone prodotto dalla ghiandola pineale, ha un ruolo fondamentale nella regolazione del ritmo sonno veglia. Bassi livelli di questo ormone sono implicati nel diabete e nell’invecchiamento.
Melatonina e sonno sono in strettissima connessione: per facilitarne il compito dunque, occorre seguire alcune regole per dormire bene, evitando ad esempio di praticare attività sportiva nelle ore serali e rinunciare a consumare alcolici e sostanze eccitanti, soprattutto la sera.

COME MANTENERE EFFICIENTE IL SISTEMA ORMONALE?

Molti ormoni sono influenzati da fattori esterni come alimentazione, clima e stress.
La cura della funzione endocrina comincia con una dieta sana, che fornisca un apporto adeguato di iodio e selenio per il funzionamento della tiroide, calcio, magnesio e vitamina D per le ghiandole paratiroidi, i muscoli e le ossa.

È possibile attivare la vitamina D con una corretta esposizione ai raggi solari(circa 30 minuti al giorno): questa vitamina è da considerarsi alla stregua di un vero e proprio ormone, la cui funzione è importante per  la mineralizzazione delle ossa.

Alimentarsi correttamente concentrando la maggior parte del consumo calorico nella prima parte della giornata garantisce un buon sonno e dormire bene, senza continui risvegli notturni, è alla base della salute dell’intero sistema ormonale.

Anche lo stress altera l’equilibrio metabolico e funzionale del nostro organismo, aumentando la concentrazione nel sangue di alcuni ormoni tra cui il cortisolo, l’ormone dello stress: questo innalzamento, quando diventa cronico, può portare effetti come insonnia, aumento dell’appetito, della pressione arteriosa e della glicemia. Determina inoltre una riduzione della massa muscolare e del contenuto minerale delle ossa.