Salta al contenuto principale

Le mascherine e la pelle

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

APPROFONDIMENTI

A cura di

Dott.ssa Irene Decleva

Staff Servizio Dermatologia

Da quando è iniziata la nostra difficile convivenza con l'attuale pandemia, le mascherine sono entrate nella vita quotidiana di ciascuno di noi, risparmiando solo i bambini davvero piccoli; ne conosciamo ormai molto bene l'utilità nel proteggere noi e chi ci è intorno.

Al di là delle percentuali di filtrazione e dunque di capacità di protezione antivirale dei differenti tipi di mascherina, va tenuto presente che quelle oggi disponibili sono confezionate nei materiali e tessuti più vari.

DA CHE COSA DERIVANO I FASTIDI DELLA PELLE CAUSATI DALLA MASCHERINA?

I casi di dermatiti da contatto derivanti da specifiche allergie a tessuti/elastici/coloranti sono relativamente poco frequenti, ma non vanno mai esclusi quando compaia una dermatite intensa nelle sedi di contatto della mascherina col volto.

Assai più frequenti sono invece fenomeni irritativi del volto derivanti dall'occlusione e dalla generazione di un ambiente caldo umido e ricco di batteri di origine soprattutto dal cavo orale.

 COSA PUÒ GENERARE LA MASCHERINA SULLA PELLE DEL VISO?

Possono generarsi così delle piccole lesioni arrossate, papulose o pustolose, legate a dermatiti periorali che spesso coinvolgono anche la zona del mento.

Inoltre soggetti già affetti da dermatiti del viso, quali dermatite seborroica o acne, possono manifestare dei peggioramenti nella zona della mascherina.

TRATTAMENTI PER LENIRE LE PELLI IRRITATE

Per evitare anche solo banali dermatiti irritative, è utile lavare quotidianamente le mascherine di stoffa, con attenzione anche a un energico risciacquo onde evitare che residui di detersivi, magari profumati, entrino a contatto con la cute.

Utile, inoltre, è l'utilizzo di creme idratanti per il volto, da applicarsi in strato sottile prima di indossare le mascherine, perché ciò aiuta a migliorare la barriera cutanea e ad evitare che batteri e enzimi salivari possano intaccarne l'integrità.

In caso di lievi irritazioni con arrossamento, può essere assai utile il ricorso a creme contenenti ossido di zinco da applicarsi di sera sulla zona intorno alle labbra oppure in caso di comparsa di pustolette per esempio al mento può essere indicato l'utilizzo di creme antibiotiche per qualche giorno.

Evitare, invece, salvo indicazione medica, i cortisonici locali che possono abbassare le difese immunitarie della cute del viso e favorire, alla lunga, un peggioramento della dermatite.

IL SERVIZIO DI DERMATOLOGIA DI AUXOLOGICO

l servizio di Dermatologia di Auxologico, attivo nelle sedi di Lombardia e Piemonte, propone visite specialistiche ed esami diagnostici per la diagnosi e la cura delle malattie della pelle e degli annessi cutanei (capelli e unghie) come acne, psoriasi, orticaria, eczemi e altre dermatiti, e per la prevenzione del melanoma (controllo dei nei in epiluminescenza e videodermatoscopia, o mappa dei nevi) e di altri tumori cutanei.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Articolo del 13/11/2020.


Oltre 60 anni di
ricerca e cura
Oltre 60 anni di
ricerca e cura

Dal 1958 Auxologico opera nei settori della ricerca biomedica e dell'assistenza sanitaria di alta specializzazione per assicurare ai pazienti le cure più aggiornate ed efficaci.

16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania
16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania

Una rete integrata di strutture ospedaliere, ambulatoriali e di ricerca dedicata ai pazienti, dai più giovani agli anziani.

1.300.000
Persone/Anno
1.300.000
Persone/Anno

La fiducia dei pazienti si traduce ogni anno in 4 milioni di prestazioni ambulatoriali e in 178.000 giornate di ricovero erogate da oltre 1800 professionisti sanitari.

Salute
accessibile
Salute
accessibile

Garantiamo un servizio di elevata qualità clinica, per tutti, sia con il Servizio Sanitario Nazionale sia in regime privato con diverse soluzioni (Tariffa Smart, Convenzioni, Plus).