Coronavirus e diabete

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

APPROFONDIMENTI

A cura di

Dott. Alberto Giacinto Ambrogio

Staff Centro Malattie del Metabolismo Osseo e Diabete - Auxologico Ariosto

I DIABETICI HANNO PIÙ PROBABILITÀ DI CONTRARRE IL VIRUS? 

No, non hanno più probabilità o quantomeno ad oggi non è stato dimostrato un maggiore rischio nei pazienti affetti da diabete mellito.

La storia della malattia diabetica tuttavia ci insegna come sia associata, in generale, ad una maggiore predisposizione alle infezioni. Uno scarso controllo glicemico è infatti alla base di alterazioni del sistema immunitario e può favorire le più note infezioni del diabetico, ad esempio a livello del piede, delle alte e basse vie respiratorie, delle vie urinarie ecc..

SE CONTRAGGONO IL CORONAVIRUS, CORRONO MAGGIORI RISCHI? 

Sì, i diabetici corrono maggiori rischi. Per quanto è noto fino ad oggi, il decorso e l'esito della malattia virale risultano essere peggiori nei pazienti affetti da diabete mellito. 

COSA LI RENDE PIÙ VULNERABILI?

Il meccanismo alla base della maggiore vulnerabilità dei pazienti diabetici rispetto all'infezione da Coronavirus Sars Cov-2 non è tuttora noto. Come tuttavia accade per altre infezioni, è verosimile che l'età avanzata e la presenza di un diabete poco controllato, spesso associato a complicanze micro e macrovascolari, rappresentino dei fattori di rischio aggiuntivi. 

QUALI CONSIGLI POSSIAMO DARE AI DIABETICI?

Il consiglio del diabetologo è quello di tenere sotto stretto controllo il diabete.

E ovviamente seguire tutte le norme generali per evitare il contagio

COSA DEVE FARE UNA PERSONA DIABETICA SE SOSPETTA DI AVER CONTRATTO IL VIRUS?

Il paziente diabetico deve seguire le indicazioni standard, ma ricordarsi di segnalare la sua patologia:

In caso di sintomi o dubbi, bisogna rimanere in casa, non recarsi al pronto soccorso o presso gli studi medici ma chiamare al telefono il proprio medico di famiglia, il pediatra o la guardia medica.

Le Regioni hanno attivato numeri verdi locali per rispondere alle numerose richieste di cittadini. 

Inoltre, il numero di pubblica utilità 1500 è stato attivato dal Ministro Roberto Speranza il 27 gennaio per rispondere alle domande dei cittadini sul nuovo Coronavirus 2019-nCoV. Rispondono dirigenti sanitari e mediatori culturali H 24 dalla Sala operativa del Ministero della Salute. 

Utilizzare i numeri di emergenza 112/118 soltanto se strettamente necessario.  

(indicazioni tratte dal sito del Ministero della Salute http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus)

LEGGI ANCHE: LAVARSI LE MANI. QUANDO, PERCHÉ E COME FARLO