Salta al contenuto principale

Alimentazione d'inverno: quali sono i prodotti di stagione?

Torna indietro

Sei in AUXOLOGICO

APPROFONDIMENTI

A cura di

Dott.ssa Raffaella Cancello

Staff Centro Ambulatoriale Obesità - Auxologico Ariosto

Oggi non siamo più abituati al ciclo delle stagioni perché sempre più spesso il mercato ci offre fragole d’inverno, arance d’estate e non si conoscono più i prodotti di stagione.

La dieta mediterranea consiglia di prediligere prodotti di stagione: ma quali sono quelli invernali?

VERDURA DI STAGIONE IN INVERNO

Gli orti sono tutt'altro che vuoti in inverno: più gustosi e meno costosi, i prodotti di stagione hanno solo vantaggi. 

Troverete tra le verdure di stagione:

  • cavoli di ogni tipo (cavoli, cavoletti di Bruxelles, cavolfiori, broccoli);
  • ortaggi a radice (barbabietola, carota, rapa, pastinaca, ravanello, topinambur, patate);
  • cucurbitacee (zucca e zucchine);
  • alcune verdure a foglia verde (spinaci, sedano, lattuga, acetosa, crescione, catalogna, coste, erbette);

Senza dimenticare i grandi classici:

  • cipolla;
  • porro.

Un ultimo ortaggio forse che non si conosce e consuma abbastanza è il cardo, un cugino del carciofo. 

Con queste verdure possibile fare piatti unici aggiungendo legumi (ceci, lenticchie, fagioli, fave) e creando gustose zuppe.

FRUTTA DI STAGIONE IN INVERNO

E per quanto riguarda i frutti? Oltre alle classiche mele e pere e cachi, gli agrumi sono indispensabili per l'inverno:

  • limone;
  • clementine;
  • mandarini;
  • pompelmo;
  • pompelmo rosa;
  • arancia rossa.

Bisogna tenere presente che con due arance al giorno garantiamo al nostro corpo l'apporto di vitamina C che necessita per stare bene e “resistere” al raffreddamento. (Scopri anche come evitare i malanni di stagione in questo articolo).

I frutti esotici sono invitanti e spesso presenti sulle nostre tavole in inverno (ananas, avocado, banana, frutto della passione, litchi, mango, papaia), ma è bene considerare che non sono prodotti locali e hanno un impatto ambientale non indifferente dovuto al fatto che vengono trasportati da paesi caldi e lontani.

FORMAGGI DI STAGIONE IN INVERNO

Anche i formaggi hanno la loro stagione: non hanno lo stesso sapore in estate e in inverno. Ciò dipende dal periodo di raccolta del latte, il cui gusto è legato al fatto che le mucche abbiano mangiato l'erba buona e fresca all'aperto o il fieno secco nella stalla. Tenendo conto del tempo di maturazione, il latte estivo viene spesso utilizzato per  formaggi a pasta dura che richiedono stagionatura e che sarebbe meglio gustare in inverno. Per i freschi invece meglio aspettare l’estate.

PESCE DI STAGIONE IN INVERNO

Anche  il pesce ha una sua stagionalità e non è disponibile tutto l'anno. Meglio conoscere i periodi di punta per comprare il pesce giusto al momento giusto.

In inverno, è possibile acquistare senza problemi:

  • luccio;
  • orata grigia;
  • gallinella rossa;
  • aringa;
  • merluzzo giallo;
  • sgombro;
  • merlano;
  • sardine;
  • sogliola;
  • acciuga;
  • alici.

I molluschi disponibili in inverno sono il calamaretto, calamaro, seppia, polpo e vongola verace.

CARNE DI STAGIONE IN INVERNO

Tra le carni cappone e anatra sono tipicamente invernali. Si consiglia di carni proveniente da allevamenti sostenibili, e se possibile di razze locali ci permette inoltre di essere dei consumatori attenti all’ambiente.

PRODOTTI DI STAGIONE: PERCHÉ SCEGLIERLI

Mangiare i prodotti nel loro naturale periodo di maturazione ha tanti vantaggi e dovrebbe diventare un’abitudine seguita da tutti.

In questo modo mangeremo la frutta e la verdura nel momento in cui sono più saporite e nutrienti, e sicuramente risparmieremo sui costi della spesa nel rispetto del pianeta.

Tutto questo, poi, ha svariati effetti positivi anche sulla nostra dieta: seguendo il ritmo della natura diventa decisamente più facile mantenere un regime alimentare vario ed equilibrato lungo tutto l’anno e garantire al nostro organismo la grandissima varietà di nutrienti di cui ha bisogno per funzionare correttamente e mantenerci sani e informa. 

Attenzione infine ai cambi di stagione, momento delicato per chi soffre il cambiamento climatico (a volte repentino) manifestando spossatezza, irritabilità o ancora difficoltà a dormire.

Un’alimentazione sana ed equilibrata è il primo passo per superare questi periodi con la giusta energia.

IL SERVIZIO DI DIETOLOGIA E NUTRIZIONE CLINICA DI AUXOLOGICO

Vuoi saperne di più o prenotare una visita per parlare con uno dei nostri specialisti?

Il Servizio di Dietologia e Nutrizione Clinica è presente a livello ambulatoriale sia in Lombardia sia in Piemonte e offre un’assistenza dietologica completa e specialistica: l’approccio è sempre di tipo multidisciplinare con la presenza di figure quali nutrizionista, dietista, laureato in scienze motorie, ed è finalizzato all’impostazione di un corretto stile di vita attraverso la correzione della dieta e l’adozione di stili di vita sani.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI


Oltre 60 anni di
ricerca e cura
Oltre 60 anni di
ricerca e cura

Dal 1958 Auxologico opera nei settori della ricerca biomedica e dell'assistenza sanitaria di alta specializzazione per assicurare ai pazienti le cure più aggiornate ed efficaci.

16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania
16 sedi in
Lombardia, Piemonte, Lazio e Romania

Una rete integrata di strutture ospedaliere, ambulatoriali e di ricerca dedicata ai pazienti, dai più giovani agli anziani.

1.300.000
Persone/Anno
1.300.000
Persone/Anno

La fiducia dei pazienti si traduce ogni anno in 4 milioni di prestazioni ambulatoriali e in 178.000 giornate di ricovero erogate da oltre 1800 professionisti sanitari.

Salute
accessibile
Salute
accessibile

Garantiamo un servizio di elevata qualità clinica, per tutti, sia con il Servizio Sanitario Nazionale sia in regime privato con diverse soluzioni (Tariffa Smart, Convenzioni, Plus).