Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookies.
Accetto
  • SETTIMANA EUROPEA DELLO SCOMPENSO CARDIACO
    I Medici e gli Infermieri del Centro Scompenso saranno a tua disposizione per informazioni e chiarimenti sulla malattia.
    Approfondisci
  • PONTI DI PRIMAVERA
    Aperture e chiusure: 25 aprile e 1 maggio
    Approfondisci
  • AUXOLOGICO - PROCACCINI
    Aperte le prenotazioni del Poliambulatorio
    Approfondisci


Insonnia: curiamola con il rilassamento muscolare



Nell'ambito delle terapie per l'Insonnia, ve ne è una di tipo non farmacologico che utilizza il Rilassamento Muscolare Progressivo di Jacobson.

Abbiamo chiesto alla dott.ssa Carolina Lombardi, neurofisiologa, e alla dott.ssa Barbara Poletti, Psicologa-Psicoterapeuta, di parlarcene.


Rilassamento Muscolare Progressivo di Jacobson, che cos’è?
È una delle tecniche che possono essere proposte nel trattamento non farmacologico dell'insonnia, che prevede una serie di esercizi progressivi, in cui si richiede di focalizzare la propria attenzione sulle varie parti del corpo in maniera sequenziale.
 
Tale tecnica viene eseguita in gruppo, tendenzialmente in posizione distesa, associata ad una lenta attività respiratoria addominale. Durante la pratica di Rilassamento Muscolare Progressivo, i partecipanti al gruppo imparano a portare l’attenzione su differenti distretti muscolari.

È un vero e proprio training, che ha come obiettivo quello di insegnare alla persona a riconoscere e a ridurre la tensione muscolare e le altre manifestazioni fisiche che generalmente accompagnano intensi periodi di stress e stati d’ansia.

A cosa serve?
Praticare queste tecniche di rilassamento almeno due volte al giorno (una durante la giornata, l’altra a letto prima di dormire) favorisce uno stato di calma mentale, utile per contrastare quello di iperattivazione che solitamente condiziona e mantiene lo stato di insonnia.

Fa al caso mio?
Stress elevati e tensioni psico-fisiche possono essere fattori determinanti  nella condizione di insonnia. Per tale motivo il rilassamento è indicato, oltre che per svariate condizioni cliniche (disturbi d’ansia, ipertensione, cefalea muscolo-tensiva, alterazioni del tono muscolare e contratture), anche nel contesto della terapia non-farmacologica dell’insonnia.

Il percorso terapeutico

  • Visita Neurologica di Medicina del Sonno, durante la quale al paziente verrà fatta un'attenta valutazione ipnologica.
  • Valutazione Psicodiagnostica,per stabilire l'indicazione a metodiche non farmacologiche.
  • Stabiliti i presupposti clinici, il paziente verrà avviato al miglior approccio terapeutico, disegnato sulle caratteristiche del suo disturbo del sonno, anche in relazione al suo profilo di personalità.
  • Il monitoraggio (follow-up) del paziente nel tempo, presso l’ambulatorio Multidimensionale VIMID Insonnia o presso l’ambulatorio di Medicina del Sonno a seconda delle risultanze diagnostiche.
Mi interessa, chi propone queste tecniche?
Il rilassamento viene proposto presso l'Ospedale San Luca nell'ambulatorio
ViMiD
(Visita MultInterDisciplinare), nato dalla collaborazione tra il Centro di Medicina del Sonno ed il Servizio di Neuropsicologia e Psicologia Clinica dell’Auxologico.

ViMiD Insonnia, grazie alla somma delle competenze del medico specialista di medicina del sonno e dello psicologo, permette di ottenere un più corretto inquadramento diagnostico e una più efficace strutturazione del percorso terapeutico, sia farmacologico che non farmacologico, di presa a carico e follow-up della complessa e articolata sintomatologia dell’Insonnia. 
L’Istituto offre sia colloqui psicologici dedicati (Colloquio psicologico VIMID Insonnia) che il Rilassamento Muscolare Progressivo (Terapia non Farmacologica VIMID Insonnia).

Come posso prenotare un percorso di rilassamento progressivo?
Per accedere al percorso, è necessario prenotare una visita neurologica presso il Centro del Sonno.





 
Prenota ora il tuo colloquio



(2016-12-14 09:12:10)