Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookies.
Accetto
  • SETTIMANA EUROPEA DELLO SCOMPENSO CARDIACO
    I Medici e gli Infermieri del Centro Scompenso saranno a tua disposizione per informazioni e chiarimenti sulla malattia.
    Approfondisci
  • PONTI DI PRIMAVERA
    Aperture e chiusure: 25 aprile e 1 maggio
    Approfondisci
  • AUXOLOGICO - PROCACCINI
    Aperte le prenotazioni del Poliambulatorio
    Approfondisci


Neurologia e Riabilitazione Neurologica



Le ricerche in quest’area riguardano l'epidemiologia, la prevenzione primaria e secondaria, la genetica, la fisiopatologia, la diagnostica e la terapia di alcune delle principali patologie neurologiche, in cui l'invalidità e la disabilità rappresentano un importante onere personale, familiare e sociale, e che richiedono continui progressi negli interventi neuroriabilitativi, motori e neuropsicologici.

Le principali patologie oggetto delle nostre ricerche sono:

1.    Patologia cerebrovascolare e carotidea
2.    Apnee morfeiche e medicina del sonno
3.    Disturbi del comportamento alimentare
4.    Neurologia clinica (Sclerosi laterale amiotrofica e sindromi frontotemporali, Malattia di Parkinson e altre patologie neurodegenerative)
5.    Psicologia clinica e riabilitazione psicologica
6.    Riabilitazione neurologica e motoria
7.    Citogenetica medica e genetica molecolare (Patologie neurologiche, Malattie rare associate a disturbi nervosi o mentali)
 
I principali obiettivi nell'ambito di quest'area di ricerca sono:

  • L'inizio e la continuazione di un grande trial randomizzato di prevenzione secondaria dell'ictus, che coinvolge 22 paesi europei e la Cina ed è coordinato dalla Direzione Scientifica del nostro Istituto (Trial SHOT).
  • La partecipazione a un trial internazionale di valutazione comparativa della chirurgia e dell'angioplastica carotidea nella prevenzione dell'ictus.
  • Lo sviluppo di un programma riabilitativo multidisciplinare non-residenziale dei disturbi del comportamento alimentare (anoressia e bulimia), che comprende l’intervento concertato di endocrinologo-internista, psicologo, psichiatra, nutrizionista/dietista.
  • Il progresso delle conoscenze genetiche e dell'approccio fisiopatologico, diagnostico, terapeutico e riabilitativo della sclerosi laterale amiotrofica e delle patologie frontotemporali, che ha già portato all’individuazione di un locus genetico responsabile nel cromosoma 17.
  • L’analisi del movimento nel paziente con malattia di Parkinson con uno speciale apparato optoelettronico e tecniche di “computer vision” che utilizzano sistemi ottici semplici e di facile utilizzo.
  • La coordinazione metodologica di un trial randomizzato di terapia della sclerosi multipla promosso dalla Regione Emilia-Romagna.
  • Il completamento di una serie di ricerche di riabilitazione neuromotoria e neuropsicologica nel paziente cerebrovascolare con particolare attenzione alla validazione dei risultati.
  • Lo studio di malattie genetiche rare, soprattutto quelle con difetti dell’imprinting (sindrome di Silver Russell, Beckwith-Wiedemann, Angelman, Prader Willi) o con eterogeneità di loci (sindrome di Rett, Cornelia de Lange, Smith-Magenis).



(2016-02-22 12:25:33)